La-stanza-di-desy-decorazione-creatività
Bricoliamo.com

La stanza di Desy

Come fare la carta

carta fatta a mano

Irene Urru

A cura di Irene Urru

Mettere in linea nel nostro canale Youtube il filmato che abbiamo realizzato per illustrare tutti i passaggi necessari per fare la carta in casa e raccogliere il primo commento che dice “come fare la carta? Usa la carta” è stato un tutt’uno.

L’ironia in questo caso è fuori luogo perché fare la carta significa personalizzare con potpourri, profumi o colori, la propria carta. Il punto di partenza è ovviamente e sempre dell’altra carta, che può essere bianca e intonsa, se vogliamo ottenere fogli bianchi candidi oppure di riciclo o di giornale quotidiano, tenendo conto che il risultato finale sarà un foglio di carta grigio, bellissimo comunque. L’unico tipo di carta che non si può utilizzare è quella patinata tipica di molte riviste settimanali o mensili.

Come sempre vi lasciamo al filmato per poi entrare nei dettagli del lavoro.

Come abbiamo detto il punto di partenza è la carta che, qualunque essa sia, dobbiamo sminuzzare il più possibile per poi coprirla con acqua calda (è importante che sia calda) e lasciarla macerare per 24 ore.

Dopo questo tempo, dobbiamo frullare con un frullatore a immersione i pezzetti di carta riducendoli in poltiglia. Nel filmato potete vedere la giusta consistenza.

Ora è necessario trasferire il nostro composto in una bacinella più grande, in modo, poi, di poter lavorare agevolmente con il setaccio. Aggiungiamo acqua fino a rendere l’impasto di carta piuttosto liquido. Anche in questo caso vi consigliamo di verificare la giusta consistenza guardando il filmato.

Durante questa operazione aggiungete un cucchiaio di colla vinilica, che servirà a rendere impermeabile il foglio di carta, quel tanto che basta per potervi scrivere.

Costruiamo il setaccio per fare la carta

Per procedere abbiamo bisogno di un setaccio, che noi abbiamo costruito usando dei listelli di legno per comporre due rettangoli di egual misure e fissando su uno di essi, ben tesa, una retìna piuttosto fitta. Le dimensioni di questo nostro setaccio dovranno rispecchiare le misure del foglio che vogliamo ottenere.

Per assemblare i listelli la soluzione più comoda è quella di una graffatrice.

Oltre al setaccio dobbiamo anche preparare il “giaciglio” che ospiterà i nostri fogli di carta per la prima fase dell’asciugatura. Ci serviranno due fogli di compensato oppure di faesite (quella che troviamo nelle cornici a giorno) e un panno assorbente, noi abbiamo utilizzato un normale panno per pavimenti.

Prepariamo il foglio di legno su cui stendiamo il primo panno assorbente.  

Le ultime fasi e l’asciugatura della carta fatta in casa

Con il nostro setaccio possiamo procedere alla realizzazione del nostro primo foglio di carta. Immergiamo il setaccio nella bacinella, con un movimento da destra a sinistra raccogliamo un po’ di impasto cercando di avere una presenza omogenea su tutta la superficie del setaccio.

Lasciamo scolare l’acqua per poi ribaltare il setaccio sul panno assorbente che abbiamo preparato, tamponiamo con della carta assorbente in modo da rimuovere quanta più acqua possibile e, infine, con delicatezza rimuoviamo il setaccio lasciando sul panno il nostro primo foglio.

Seguendo la medesima procedura che abbiamo illustrato facciamo altri fogli che metteremo uno sopra l’altro separandoli sempre con il panno assorbente. Alla fine, posizioneremo il secondo foglio di compensato sopra la pila di fogli e panni assorbenti e serreremo il tutto con dei morsetti.

Questa prima fase di asciugatura dovrà durare circa un’ora.

Trascorso questo tempo rimuoviamo i morsetti e a questo punto i nostri fogli dovrebbero separarsi agevolmente dal panno assorbente, se così non fosse rimettete i morsetti e lasciate asciugare ancora per un’altra mezz’oretta.

A questo punto rimuoviamo i fogli di carta e posizioniamoli tra le pagine di un giornale quotidiano. Dopo un paio d’ore controlliamo lo stato di asciugatura dei nostri fogli. Se fossero ancora bagnati mettiamoli nuovamente tra le pagine di un quotidiano nuovo e asciutto.

Solo quando saranno semiumidi (quindi non asciutti del tutto) passiamo all’ultima fase, mettendoli tranquillamente uno sopra l’altro e pressandoli con dei libri, come abbiamo fatto noi, o con quello che avrete a disposizione.

Lasciamo i fogli così per un paio di giorni. In questo modo avremo dei fogli perfettamente stirati e senza imperfezioni o increspature.

Noi preferiamo questo metodo, tuttavia in internet potrete trovare altri tutorial dove per l’asciugatura i fogli vengono stesi con una molletta come si farebbe per il bucato. Noi preferiamo finire l’asciugatura con la fase della pressatura proprio per avere il foglio più liscio possibile.

Facciamo fogli di carta bianca o decorata

Nel filmato avete visto che ci possono essere vari modi per personalizzare la nostra carta fatta in casa. Prima di tutto ribadiamo che se useremo carta bianca avremo fogli bianchi, mentre con la carta riciclata, per esempio di un quotidiano, avremo fogli grigi.

In entrambe i casi potremo decorarla con fiori secchi, semplicemente spargendoli durante la fase del setaccio e decidendo se spingerli a fondo oppure lasciarli in superficie. Oppure, se vogliamo un risultato più omogeneo possiamo frullare i fiori secchi in un contenitore insieme a un po’ di impasto di carta per poi miscelare il tutto all’interno della bacinella prima di usare il setaccio.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Torna all'elenco degli articoli

Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!