Bricoliamo.com

Eventi e fiere

ORTICOLARIO 2012 SI PRESENTA

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

E’ in una torrida giornata di giugno che Orticolario (5/7 ottobre 2012 – Villa Erba), per voce del patron, Moritz Mantero, ha presentato la propria quarta edizione alla stampa. Come abbiamo avuto già modo di scrivere (vedi nella Rotta di Navigazione), il tema di quest’anno di Orticolario è dedicato alle “Emozioni Sonore”. Un tema, ma anche un approccio generale all’organizzazione fieristica, davvero insolito e unico nell’ambito della proposta fieristica del settore. Che, un giardino, un parco e ancor più un bosco siano una miniera di suoni e di rumori, non c’è dubbio. La natura non è silenziosa (siamo noi che spesso non prestiamo ascolto), i suoni prodotti dalle piante, dagli animali, dall’aria e dall’acqua sono la naturale colonna sonora dello spettacolo della natura. Avete mai pensato ad un film senza colonna sonora?

Il progetto è affascinante, il problema è di come trasferire Emozioni Sonore in un ambito chiassoso in sé a causa delle tante persone che lo vivono nello stesso momento (nel 2011 Orticolario ha contato oltre 18 mila visitatori). Moritz Mantero, nel corso della conferenza stampa, ha spiegato come.

Si parte dal viaggio. Orticolario 2012 offre a tutti i visitatori che lo gradiranno, il trasporto in battello da Como verso Villa Erba: il viaggio sarà la prima tappa del percorso di Emozioni Sonore, in quanto nel battello verrà diffusa la quinta sinfonia di Gustav Mahler, in omaggio a Luchino Visconti (padrone di casa per sempre a Villa Erba) che la utilizzò come incipit, in uno dei suoi capolavoro, il film “Morte a Venezia”.

Il compito di trasformare in realtà le Emozioni Sonore – ha spiegato Moritz Manteroè stato molto impegnativo, ma anche molto affascinante. Per poterci riuscire abbiamo voluto creare un Gruppo Creativo animato da professionisti, provenienti da esperienze diverse, che abbiamo stimolato sul tema delle Emozioni Sonore. Il risultato è stato uno straordinario lavoro di interazione e di scambio tra tutte le professionalità presenti. Oggi, dopo tanti mesi di lavoro, posso dire che Orticolario 2012 sarà un evento di grande coinvolgimento e fascino. Siamo convinti che la nostra manifestazione abbia ormai tutte le carte in regola per entrare a far parte del gruppo delle più importanti manifestazioni internazionali.

Ma veniamo al Gruppo Creativo e al frutto del loro lavoro, che noi visitatori potremo cogliere dal 5 ottobre.

A Stefano Passerotti, il “giardiniere coraggioso” (vedi nella Rotta di Navigazione), è stato affidato il compito di impostare il progetto “Emozioni Sonore”, mentre Anna Rapisarda (creatrice dell’immagine di Orticolario) ha creato le condizioni e gestito l’interazione interna del Gruppo, oltre ad essere l’artefice e la difensore dell’immagine di Orticolario.

L’intento è quello di stupire, di coinvolgere, di stimolare un ascolto consapevole – sottolinea Moritz Mantero -, lasciandosi trasportare dalle nostre Ambientazioni Sonore. Nel parco saranno realizzate installazioni in cui il suono giocherà in un continuo interscambio con la suggestiva ambientazione. Suoni concreti attinti dalla natura: battiti d’ali, fruscii di foglie, soffi di vento, frinire di cicale, suoni catturati nei boschi e dall’acqua”.

Per trasformare i suoni della natura in Ambientazioni Sonore è stato coinvolto Francesco Mantero, musicista e compositore con una grande esperienza di interazione tra suono e ambiente.

Nella Darsena, all’entrata del Padiglione centrale, nella bambouserie, le Ambientazioni Sonore avvolgeranno le installazioni realizzate da Stefano Passerotti. Un progetto di Barbara Negretti, invece, accompagnerà una delle Ambientazioni Sonore all’interno di un boschetto: la garden designer, attraverso un’accurata scenografia di piante e arredi, interpreterà il concetto di Onda Sonora. Sempre Barbara Negretti curerà quelle che sono state definite le “Oasi di raccoglimento”, luoghi dove i visitatori potranno ascoltare il suono del silenzio.

Nella Piazza del Grande prato, si potrà scoprire l’Oasi realizzata da Stefano Passerotti: un ringraziamento alla natura, un invito alla contemplazione tra simbolismi celesti e terrestri. Nel prato di fronte alla Villa Antica invece si avrà la possibilità di vivere un’esperienza unica in cui installazioni in acciaio armonico avvolgeranno le piante, sprigioneranno fuoco, conterranno acqua e irradieranno luce: un’orchestra di diversi elementi per un’armonia d’insieme. Il progetto è stato reso possibile dalla collaborazione tra Ivano Losa per Ak47 (designer che si distinguono per una progettualità lontana dall’ovvio) e Barbare Negretti.

Ad Alessandro Valenza, invece, è stato assegnato il compito di valorizzare il Padiglione Centrale del centro espositivo con la creazione di una grande installazione dedicata alla pianta che si ritiene rappresenti il massimo dell’evoluzione nel mondo vegetale: l’orchidea.

Infine, ricorderete che lo scorso anno Orticolario rimase aperto al pubblico fino alle 22.00 di venerdì e di sabato, ebbene, considerato il successo dell’iniziativa, il Comitato Organizzatore ha deciso di offrire anche quest’anno questo prolungamento di orario. Ciò consentirà, con il calare delle tenebre, di proseguire nella ricerca sull’illuminazione del giardino, iniziata proprio lo scorso anno. Per questo Orticolario 2012, le Emozioni Luminose saranno rese godibili per i visitatori grazie alle bio-torce di Francesco MazzolaiFlame, che si alterneranno alle proposte progettuali di Luca Montrone per l’illuminazione del Parco di Villa Erba.

Tutto questo articolato progetto ha evidentemente una forte valenza culturale orientata ad impostare (a sottopone e anche  stimolare) la riflessione su un particolare approccio al giardinaggio, che parte dalla passione e dal cuore per completarsi con la conoscenza e l’intelligenza. Per questo Orticolario parla e si rivolge a tutto ciò che è espressione evoluta del mondo del giardino. Orticolario, grazie ad una rigorosissima selezione, è “conoscenza” anche quando si passa dal contenuto culturale a quello mercantile. Le aziende che partecipano a Orticolario con un loro stand rappresentano le avanguardie e le proposte più innovative che possiamo trovare nel campo del florovivaismo e della vita in giardino. Collezioni di fiori e di piante, ma anche arredo, attrezzi, accessori e quant’altro sia indispensabile per migliorare, nel verde, la propria qualità della vita. L’anno scorso le aziende presenti a Orticolario furono 233.

La conferenza stampa si è tenuta nello show room milanese di Ethimo, grande marchio del design per il giardino che da sempre sostiene Orticolario.

Giugno 2012

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!