La punta giusta per il trapano

Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Se state per forare una qualsiasi superificie, è fondamentale scegliere la punta giusta. In commercio si trovano un’infinità di differenti tipi di punte per il trapano che possiamo suddividere in tre grandi famiglie: le punte da ferro (diverse da quelle per metalli in lega leggera), quelle da muro e quelle per il legno. La punta da muro è la più robusta ed è dotata all’estremità di placchette in widia che consente di affrontare l’alta velocità necessaria per fare un buco in un muro, soprattutto se in cemento armato, e la continua percussione. Questo tipo di punte possono essere usate solo per cemento, calcestruzzo e laterizio e sono le sole che si possono usare perché le punte per legno o per ferro non sono in grado di sostenere le sollecitazioni richieste per un foro nel muro.

La punta per ferro è la più universale nel senso che è l’unica che può essere utilizzata per forare anche il legno, la plastica e altri materiali. Normalmente si trovano in commercio in cromo vanadio, da usare per materiali non ferrosi (per esempio l’alluminio o la plastica) e in acciaio (per ferro, acciaio temprato, ghisa e metalli duri). Queste ultime possono essere al cobalto o, ancora meglio, rivestite con nitrato di titanio. La punta per ferro è sempre consigliabile utilizzarla su un trapano a colonna e in ogni caso durante l’uso deve essere lubrificata e raffreddata. Il nostro consiglio è quello di spruzzare frequentemente del WD-40 nel punto di contatto tra la punta e il materiale da forare.

Abbiamo detto che è possibile usare una punta per ferro per forare il legno, tuttavia con le punte per legno si ottengono risultati migliori e più precisi. Prima di tutto la punta per legno possiede un’elica speciale che scarica molto bene il truciolo, cosa che non avviene con quelle da ferro, le quali hanno la tendenza a bruciare (specie su legni duri) con la loro vorticosa rotazione la superficie del legno. Con le punte da legno si riducono poi le possibilità di sfondamenti in uscita, si evitano scheggiature ed il diametro del foro, grazie al taglio specifico della punta, è preciso ed esatto.

Per concludere sottolineiamo che la qualità della punta è fondamentale per la migliore riuscita del lavoro, con poca fatica oltre a durare nel tempo. Una punta di scarsa qualità può annullare le prestazioni di un ottimo trapano. Nella Galleria Fotografica qua sotto potete vedere le tre diverse punte, per legno, metallo e muro della Wolfcraft.

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Rotta di navigazione


Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!