Bricoliamo.com

Giardino

Coltivare la margherita

margherita
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

livio paretti

A cura di Livio Parietti

La margherita coltivata in vaso, o in piena terra in giardino, regala vivaci macchie di colori. Bianca, gialla, azzurra, rossa, rosa, con stelo e foglioline verdi.

Un fiore che simboleggia significati positivi: verità, semplicità, purezza. Per antonomasia fiore di speranze a lieto fine: m’ama o non m’ama?

La biodiversità genera innumerevoli  differenze fra le molteplici varietà esistenti. La margherita viene abitualmente racchiusa nella famiglia delle asteracee, insieme all’annuale camomilla comune (matricaria chamomilla), e la perenne camomilla romana (anthemis nobilis). Fa parte della famiglia delle asteracee anche la calendula (calendula officinalis).

Le fioriture spontanee si notano a bordo strada. Sbucano persino dai muri in sasso, suggerendoci di essere robuste e poco esigenti; caratteristiche che ci invogliano a coltivarle.

La margherita non profuma, ma della sua fioritura le sono grati gli occhi.

Il periodo vegetativo, cioè il tempo in cui la pianta cresce per poi riprodursi, va da marzo a settembre.

LA MARGHERITA COLTIVATA IN VASO

Sono facili da coltivare e non richiedono molta cura: d’estate vanno solo annaffiate ogni giorno, altrimenti quando la terra è asciutta.

Al momento dell’impianto e poi per ogni primavera è bene arricchire il terriccio con un fertilizzante ricco di potassio.

Prima di riempire il vaso con il terriccio, disponete sul fondo uno strato di sassolini, o palline di argilla, per favorire il drenaggio dell’acqua. Come succede a moltissime altre piante, le radici soffrono particolarmente i ristagni d’acqua. Per questo non dovete esagerare con la quantità d’acqua durante l’annaffiatura.

La semina va fatta in febbraio spargendo i semi a spaglio, ricoprendoli poi con un leggero strato di terriccio.

Quando arriverà l’inverno sarà meglio ritirare i vasi in casa, la margherita non sopporta temperature al di sotto dei 10 gradi centigradi. Al calduccio potranno, tra l’altro, fiorire tutto l’anno.

LA MARGHERITA COLTIVATA IN PIENA TERRA

Assoluta semplicità anche per le margherite coltivate in piena terra.

Non servirà nemmeno una particolare preparazione del terreno, sarà sufficiente raschiarlo in superficie e cospargere del concime ricco di potassio prima della semina.

Seminate a spaglio nello spazio che gli avete destinato, sono perfetti anche gli angoli rocciosi, su cui formeranno un cuscino colorato.

Se il giardino è in pendenza non patiranno nemmeno i ristagni d’acqua, in caso contrario tenete il terreno sempre umido ma senza esagerare.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Un commento:

  1. Avatar giulio ha detto:

    ottime le istruzioni! grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!