Bricoliamo.com

Giardino

Coltivare la Crocosmia

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

La Crocosmia è una pianta perenne a fioritura estiva molto colorata, perfetta per il giardino ma adatta anche alla coltivazione in vaso. Appartiene alla stessa famiglia degli iris (le iridaceae) e si coltiva in modo molto simile.

Grazie alla sua fioritura dalle tonalità calde, dal rosso al giallo, e ai suoi particolari rami a forma di spada, la Crocosmia è un fiore che si distingue da tutti gli altri, impossibile da non riconoscere: forse non sapete come si chiama, ma di certo lo avrete visto nei giardini e sui balconi. Pianta annuale originaria dell’Africa meridionale, ha un fogliame rigoglioso e di un bel verde chiaro.

Ne esistono diverse varietà: le più diffuse sono la Aurea, con fiori gialli o arancioni, la Pottsii, con fiori rossi e arancioni, la Lucifer, con fiori rosso intenso.

Quando, dove e come piantare i bulbi

Piantate i bulbi di Crocosmia tra marzo e aprile e concimate ogni 20 giorni fino a tutta la fioritura con concime per piante da fiore, diluito in acqua. Interrateli in buche profonde almeno il doppio della loro altezza, mediamente a 15 centimetri di profondità e a 20 centimetri l’uno dall’altro.

La Crocosmia ama il sole: posizionate i bulbi al riparo dal vento e in posizione soleggiata, in terreno ricco e soffice, facendo attenzione a evitare i ristagni d’acqua. Annaffiatela in modo regolare e costante solo quando il terreno è asciutto. Se la coltivate in vaso, usate recipienti capienti e profondi.

Conservare i bulbi

I fiori di Crocosmia potrebbero essere colpiti dagli acari, ma non sono molto soggetti alle malattie; durano tutta l’estate, fino all’autunno inoltrato, se il clima è mite. Dopo l’autunno, smettete di annaffiare la pianta e tagliate la parte aerea. A fioritura conclusa, dissotterrate i bulbi, lasciateli asciugare e conservateli in una scatola con della paglia, al fresco e all’asciutto. Se preferite potete lasciarli nel vaso, coprendoli con pacciamatura secca. Potete anche riprodurre i bulbi, dividendo quelli laterali emessi dal bulbo madre, reimpiantandoli sempre tra marzo e aprile.

Luglio 2018

ROTTA DI NAVIGAZIONE

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!