Bricoliamo.com

Il legno

Colorare il legno con il mordente

lampada su tavolo in legno antico

Prima di entrare nel merito dell’uso del mordente facciamo qualche precisazione. Prima di tutto il mordente è un colorante, non è un protettivo, quindi non sostituisce l’impregnante e non è una finitura, infatti, dopo l’applicazione del mordente sarà necessario procedere con una vernice trasparente lucida o opaca oppure con un trattamento a cera.

Il mordente si usa molto nel restauro di mobili antichi, o anche solo vecchi, e per dare colore ai mobili nuovi in legno grezzo. Esistono in commercio varie tinte, per esempio: noce, noce antico, mogano, ciliegio, palissandro, ebano, teak, ecc.

Il mordente possiamo acquistarlo in qualsiasi colorificio o in polvere, da sciogliere in acqua tiepida, oppure liquido, da diluire con acqua, alcool o diluente nitro a seconda della marca che avrete scelto (leggete sempre le istruzioni sulla confezione).

Per la preparazione del mordente esattamente della tinta che vogliamo ottenere è perfettamente inutile dare ricette con grammi e millilitri, l’unico vero consiglio utile è quello di riempire un contenitore con dell’acqua tiepida in una quantità pari a quella che vi dovrebbe servire per completare la colorazione di tutto il manufatto che volete trattare (è inutile sottolinearlo, ma è evidente che un armadio richiede più mordente di un’antina … possiamo giurarlo).

All’acqua tiepida cominciamo ad aggiungere pochi grammi di mordente in polvere (mezzo cucchiaino da caffè), mescolando per bene fino al perfetto scioglimento dei grani.

Verifichiamo poi il colore ottenuto su un campione dello stesso legno che vogliamo trattare. Per ottenere colorazioni più scure basterà aggiungere polvere di mordente, un po’ alla volta fino a raggiungere la tinta desiderata.

Anche sul campione il mordente deve essere steso a pennello e ripassato con un panno di cotone per togliere l’eccedenza. Solo a questo punto potrete vedere l’effettivo colore che avrete ottenuto.

Come abbiamo già detto per raggiungere un colore più scuro è sufficiente aggiungere colorante nella miscela, se invece ci rendiamo conto di aver esagerato con la polvere di mordente e vorremmo una colorazione più chiara?

È semplice, non dovete buttare via il mordente già preparato, potete stenderlo ugualmente, però, una volta asciutto dovrete ripassare la superficie con della carta abrasiva molto fine (320) e con della paglietta media, prima di passare alla finitura: in questo modo riuscirete a schiarire il colore ottenuto esagerando con il mordente.

Una volta applicato il mordente (prima a pennello e poi con un panno di cotone per rimuovere l’eccedenza) non resta che aspettare la perfetta asciugatura per poi procedere con la finitura che potrà essere fatta utilizzando una vernice trasparente lucida o opaca oppure a cera.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!