logo ten
Magazine DIY
per gli operatori
logo bricoliamo
Magazine DIY
per la famiglia
logo saga
SAGA
Informazione sul DIY in Italia
fiele di bue
a cura di

Il fiele di bue viene estratto dal fegato e dalle mucose della vescica biliare dei bovini, per essere poi raffinato, chiarificato e arricchito con alcool. Questo è evidentemente il metodo storicamente tradizionale per produrre il fiele di bue, esistono oggi aziende che lo producono anche in modo sintetico.

Il fiele di bue è particolarmente utilizzato nelle belle arti e nel restauro, in particolare, diluito in acqua rende gli acquarelli più fluidi migliorandone la resa e il fissaggio alla carta.

L'articolo continua subito sotto...

Sempre per la pittura ad acquarello viene utilizzato per migliorare le carte particolarmente dure e porose. In questo caso si applica una mano di acqua e fiele di bue direttamente sulla carta. Una volta asciutta, dipingerla ad acquarello sarà molto più semplice e il risultato in termini di compattezza del colore sarà migliore.

Il fiele di bue ha anche proprietà tensioattive e per questo viene utilizzato nella tecnica della marmorizzazione, aggiungendone qualche goccia al colore acrilico. La goccia di colore arricchita dal fiele di bue al contatto con la miscela di acqua e metilcellulosa (più semplicemente la carta da parati) si espande rapidamente.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Vedi anche...

Ricerca

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli
tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Cerca ciò che ti serve!

Newsletter

logo newsletter
Iscriviti alla newsletter di Bricoliamo
logo pinterestGoogle News
Iscriviti cliccando sulla stellina "Segui"


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.