Bricoliamo.com

Casa

Coltivare l’ardisia

bacche di ardisia
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

livio paretti

A cura di Livio Parietti

L’Ardisia è una pianta ornamentale sempreverde della famiglia del genere Myrsinaceae, che comprende un migliaio di specie e fiorisce nel mese di giugno.

È una pianta ornamentale da interno che cresce molto lentamente. La temperatura ideale per l’Ardisia è intorno ai venti gradi nei periodi estivi e di circa quindici in quelli invernali. In estate può essere messa all’esterno, ma non esposta alla luce diretta del sole, mentre in inverno è bene tenerla all’interno della casa, lontana dai caloriferi e vicina ad una finestra luminosa.

L’Ardisia si può anche coltivare in giardino, ma nei periodi più freddi le radici vanno coperte con della paglia. Normalmente viene coltivata come pianta ornamentale da esterno nelle zone caratterizzate da inverni miti, mentre nelle regioni più a Nord, dove l’inverno è rigido, è consigliabile considerarla e trattarla come pianta d’appartamento.

fiori dell’Ardisia sono profumati e hanno una forma a stella, i frutti sono bacche che durano da giugno fino all’autunno.

Può accadere che durante la fioritura siano presenti contemporaneamente sulla pianta i fiori, le bacche verdi acerbe e le bacche rosse mature.

Ama la luce, ma non il sole diretto, soffre il caldo eccessivo e la temperatura che preferisce è di diciotto/venti gradi. Richiede annaffiature costanti solo d’estate e, se tenuta all’aperto, va nebulizzata con acqua a temperatura ambiente ogni tre/quattro giorni.

La pianta va fertilizzata una volta ogni due settimane con un concime universale diluito nell’acqua delle innaffiature.

L’Ardisia si può moltiplicare sia per seme che per talea. I semi vengono piantati in vaso nel terriccio fertile favorendone la germinazione coprendo il semenzaio con un foglio di plastica. Successivamente si colloca il vaso in un luogo soleggiato e quando le piantine saranno abbastanza sviluppate andranno trasferite in vasi singoli.

Questa tecnica di riproduzione è piuttosto lunga: le giovani piantine supereranno i due centimetri di altezza solo dopo circa un anno dalla semina.

La moltiplicazione per talea è più rapida e garantisce che le nuove piante siano identiche alla pianta madre per questioni genetiche. La riproduzione si effettua prelevando germogli di circa dieci centimetri, da far radicare in un miscuglio di torba e sabbia, mantenuta umida e in un ambiente alla temperatura di ventiquattro gradi centigradi. A radicazione avvenuta, dopo circa sei/otto settimane, andranno trapiantate.

L’Ardisia solitamente si regala per le feste di Natale e come le altre piante natalizie simboleggia eterna fortuna.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!