logo ten
Magazine DIY
per gli operatori
logo bricoliamo
Magazine DIY
per la famiglia
logo saga
SAGA
Informazione sul DIY in Italia
stupore

icona produzione La pittura

Farina di quarzo e silicati, quale pittura scegliere

a cura di Bricoliamo.com

Il quesito che ci è stato posto da Igino, nostro lettore da Salerno, stimola un approfondimento che può essere interessante per tutti.

La domanda di partenza è molto semplice.

Devo pitturare l’esterno di una casa in collina, con buon intonaco bianco di 3 anni fa. Che tipo di pittura consigliate? (grassello in calce, farina di quarzo, altro?)“.

Proviamo a rispondere: la farina di quarzo va molto bene se ci si vuole orientare verso un prodotto di basso prezzo.

L'articolo continua subito sotto...

Il nostro consiglio però è quello di fare uno sforzo economico in più e orientarsi verso una pittura ai silicati con caratteristiche di resistenza nel tempo certamente superiori.

Le pitture ai silicati prodotte con le moderne tecnologie hanno la caratteristica di reagire con i sali minerali presenti nell’intonaco, con l’anidride carbonica e l’umidità dell’aria, dando luogo alla formazione di un reticolo di notevole durezza, permeabile all’aria ed al vapore acqueo.

Il reticolo formatosi subisce le stesse variazioni tecniche del supporto, evitando in tal modo tensioni tra pittura e supporto stesso.

Per questo motivo la parete da trattare deve essere esente da rivestimenti plastici o lavabili per esterni che impedirebbero tale reazione con conseguente sfogliamento della pittura ai silicati una volta applicata.

Inoltre la superficie da rivestire deve essere omogenea, evitando la presenza di stuccature o rappezzi fatti con altro tipo di intonaco diverso da quello già esistente. In caso contrario si andrà incontro ad antiestetiche macchie dovute alla diversa reazione che la pittura ai silicati avrà con i vari fondi sottostanti.

Su muri già verniciati con pittura ai silicati o a calce è sufficiente spolverare e poi procedere come fosse un muro nuovo.

La differenza di costo tra la farina di quarzo e la pittura ai silicati è da addebitare anche alla diversa resa dei due tipi di rivestimento.

Mentre la resa della farina al quarzo è di circa 6 mq/l, quella della pittura ai silicati si aggira intorno ai 4 mq/l.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Vedi anche...

Ricerca

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli
tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Cerca ciò che ti serve!

Newsletter

logo newsletter
Iscriviti alla newsletter di Bricoliamo
logo pinterestGoogle News
Iscriviti cliccando sulla stellina "Segui"


4 commenti:

  1. Francesco ha detto:

    L encanto si puo dare la seconda mano?

  2. Ornella ha detto:

    devono ristrutturare ilondominio hanno scelto pitture al silicato.Al fabbricto di oltre40 anni fu’ applicato un quarzo (graniglia) e’ possibile applicare sopra la pittura al silicato di potassio o il quarzo va tolto totalmente.Grazie saluti Ornella da Roma

    1. Bricoliamo.com ha detto:

      Buongiorno Ornella, per avere il migliore risultato devi togliere completamente il quarzo e, prima di applicare il silicato, suggeriamo una buona mano di fissativo. Sappici dire come è andata.

  3. silvano preda ha detto:

    devo far ristrutturare e ritinteggiare con la stessa tinta una parete esterna (10mq c.ca) in zona maremmana collinare rivolta a nord. Le pitture ai silicati mi permettono lo stesso colore? dove le posso trovare in zona Pi o Li? ed inoltre sono detraibili come ristrutturazione?
    Grazie