Bricoliamo.com

Dominiamo la luce con Philips

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Proviamo ad immaginare di poter buttare la vecchia e rumorosa sveglia dalla finestra per passare ad un dolce risveglio con la luce della camera che gradatamente si accende diffondendo un colore caldo e tranquillizzante, oppure frizzante e dinamico, a scelta. Proviamo ad immaginare di riprodurre con le luci di casa il colore e l’atmosfera di quel meraviglioso tramonto vissuto intensamente e immortalato in una foto. Proviamo ad immaginare di poter accendere le luci di casa quando vogliamo oppure di programmarne l’accensione.

Fino ad oggi per immaginare quello che abbiamo descritto e molte altre situazioni del genere, significava necessariamente pensare ad un sistema domotico, tecnologicamente avanzato, sempre più conveniente per le case nuove in costruzione, ma ancora piuttosto complesso e costoso per le case già dotate di un impianto elettrico tradizionale. Ebbene, da oggi tutto ciò che abbiamo provato ad immaginare è invece possibile grazie alla rivoluzionaria lampadina hue progettata da Philips. Più che una semplice lampadina si tratta di un sistema di illuminazione domestica a LED controllabile, per la prima volta, direttamente dal web.

Hue permette di creare e controllare la luce attraverso il proprio smartphone o tablet personalizzando l’illuminazione, la sua intensità, il colore e i momenti di accensione e spegnimento. Come ottenere tutto questo? In realtà è molto semplice: le lampadine hue si inseriscono nei normali portalampade che abbiamo già a casa, il bridge, cioè il ponte intelligente che connette le lampadine all’App sul nostro smartphone o tablet è sufficiente collegarlo al router wireless con i cavi forniti e infine si scarica la App.

Philips hue si configura in pochi minuti, la App è estremamente intuitiva e permette a ciascuno di controllare in remoto il sistema di illuminazione della propria casa, aumentandone la sicurezza, di scegliere impostazioni personalizzate e di programmare il timer in modo da gestire la routine giornaliera via web.

Inoltre, sempre via web, è possibile acquisire dalle foto i colori (per esempio quelli del tramonto di cui abbiamo parlato all’inizio dell’articolo) per trasferirli alla lampadina creando così ambientazioni uniche ma sempre ripetibili perché ogni tonalità di colore può essere salvata e riproposta in qualsiasi momento. Se vogliamo invece inventarci il nostro colore sarà sufficiente agire su un cursore fino al raggiungimento del colore preferito, anch’esso ovviamente memorizzabile. Per scoprire al meglio tutte le funzionalità di Philips hue vi consigliamo di andare nel sito meethue, dedicato da Philips proprio a questo nuovo sistema (il link lo puoi trovare nella nostra Rotta di Navigazione).

Naturalmente Philips hue si presenta come un sistema costantemente aggiornabile che offre e offrirà la possibilità di scaricare nuove funzionalità. In questo senso Philips sta già sviluppando altre caratteristiche che consentiranno a hue l’interazione con altri mezzi, tra cui sistemi audio e video. Inoltre sta lavorando anche su alcune funzioni come i servizi di geo-localizzazione, in modo che hue rilevi quando si è nella vicinanze di casa e accenda automaticamente le luci, o le disattivi quando ci si allontana.

Insomma quello che fino a ieri pensavamo fosse il futuro della luce, oggi si rivela essere il presente. Teniamo conto infine che le lampadine a led hue consentono di risparmiare l’80% di energia elettrica rispetto ad una normale lampadina.

Dicembre 2016

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!