La-stanza-di-desy-decorazione-creatività
Bricoliamo.com

La stanza di Desy

Decorare con i graffiti

murales graffito
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Irene Urru

A cura di Irene Urru

Quando i bambini si trasformano magicamente in ragazzi bisogna provvedere al restyling della loro cameretta. Nel mio specifico caso ho dovuto, anche un po’ a malincuore, cancellare il variopinto zoo con gli animali “fumettati” e sostituirlo con un murales dominato da tante figure in bianco e nero, in stile Mr. Doodle.

Nel filmato avrete la possibilità di intravedere il vecchio zoo e di seguire la tecnica e la procedura che ho scelto per la realizzazione del murales. Vi lascio al video e poi ne riparliamo.

Per realizzare un murales come quello che avete visto nel filmato, per prima cosa dovete dare una bella mano di idropittura bianca alla parete (nel mio caso ho dovuto dare 3 mani), poi si possono adottare diverse tecniche di decorazione. La più difficile ma anche la più veloce, è quella che prevede la realizzazione a mano libera dei disegni, magari facendoli prima a matita per poi ripassarli con l’acrilico.

Per le altre tecniche che vi suggerisco il punto di partenza è comunque la realizzazione di una serie di disegni su fogli di carta diversi. Successivamente si decide la dimensione di ciascun disegno e lo si ingrandisce o rimpicciolisce facendone una fotocopia. Quando avremo tutti i disegni delle misure che abbiamo stabilito si uniscono l’uno con l’altro con pezzetti di nastro adesivo, fino a comporre un foglio grande. La sequenza di disegni che compongono il foglio grande la ripeteremo sulla parete da decorare seguendo una delle tre tecniche che ora vi illustro.

La prima tecnica è quella dello spolvero. Si tratta di una tecnica antica che prevede di bucherellare tutti i contorni dei disegni con uno spillo. Fatto questo si appoggia il foglio alla parete e si tamponano i disegni con un sacchettino di stoffa che avremo riempito di polvere di carbone. Questa passerà attraverso i forellini e si fisserà alla parete riproducendo i disegni che poi ripasseremo con il colore.

La seconda tecnica prevede la realizzazione sul foglio che contiene i disegni di una griglia composta da quadrati di uguale misura. La stessa griglia dovrà poi essere riportata a matita sul muro, in modo da riportare più agevolmente il disegno seguendo tutti i tratti quadratino dopo quadratino. È un metodo che sostanzialmente aiuta la scelta della mano libera.

La terza tecnica è quella che ho usato io ed è la più semplice e probabilmente anche la più veloce. Sostanzialmente ho appoggiato il grande foglio che avevo composto alla parete e, con l’aiuto di due fogli di carta carbone uniti con un pezzetto di nastro adesivo, ho ricalcato uno a uno tutti i disegni.

Una volta completata la parete ho ripassato i disegni con un nero acrilico, aggiungendo qualche macchia di colore qua e la.

Negli spazi rimasti senza disegni mi sono cimentata a mano libera, facendo piccoli segni e disegni prima con una matita per poi ripassarli con pennellino e acrilico.

Ho concluso poi con delle pennellate e delle ombreggiature di grigio in modo da dare dimensione ai disegni.

Il lavoro è lungo e richiede una grande dose di pazienza e perseveranza, però il risultato finale ripaga le fatiche fatte.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!