logo ten
Magazine DIY
per gli operatori
logo bricoliamo
Magazine DIY
per la famiglia
logo saga
SAGA
Informazione sul DIY in Italia
Riccio in giardino

icona bricoverde Giardino

Consigli per la manutenzione del giardino in inverno

a cura di Avatar photo

Quando si pensa alla cura del giardino durante i mesi invernali, molti tendono a rassegnarsi all’idea che il prato non possa rimanere verde e rigoglioso a causa dell’umidità e delle temperature rigide.

Questo erroneo e molto comune preconcetto induce a rimandare la cura del proprio giardino al ritorno della bella stagione, dimenticando che ogni giardino è un ecosistema vivente, sempre popolato da microorganismi e animali, anche quando d’inverno sembra apparentemente addormentato.

Per questo, è fondamentale riservare attenzioni costanti al proprio spazio verde per mantenerlo sano tutto l’anno.

“Dormienza”: cosa fare?

Una serie di pratiche ad hoc e di attrezzi adeguati sono essenziali per la cura invernale del giardino. Fabio Banin, Stiga Expert e agronomo, ci suggerisce le buone pratiche da adottare per ottenere un giardino sano d’inverno, nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Durante l’inverno, il prato entra in uno stato di riposo chiamato “dormienza”, caratterizzato dal progressivo rallentamento dell’attività vegetativa, fino a cessare del tutto in attesa della primavera, quando la pianta utilizzerà le energie accumulate per svernare.

In vista della dormienza, occorre avere alcune accortezze. Prima dell’arrivo dell’inverno è bene tagliare l’erba del prato all’altezza abituale e non più basso.

Per il taglio dell’erba il suggerimento di Fabio Banin è quello di orientarsi verso il robot tagliaerba autonomo A1500 di Stiga che, dotato di tecnologia brevettata AGS (Active Guidance System), è in grado di capire la conformazione del giardino e pianificare le sessioni di taglio in modo intelligente.

Al termine del taglio, è importante ricordarsi di non lasciare il robot tagliaerba in giardino e di riporlo al coperto, dopo averlo pulito e sottoposto alla regolare manutenzione.

No al sale nei vialetti

Un altro importante consiglio riguarda la necessità di evitare di usare sale disgelante sui vialetti, poiché penetra facilmente nel terreno e vi rimane per anni, impedendo la crescita della vegetazione.

Inoltre, è necessario sospendere le irrigazioni e le concimazioni: il prato in dormienza non è in grado di utilizzare né acqua né concimi, che quindi verrebbero dispersi nel suolo.

Infine, è sempre preferibile spostare le foglie cadute dal prato con un soffiatore: uno spesso strato di foglie, infatti, crea una camera umida a livello del terreno che incoraggia lo sviluppo di muffe e parassiti fungini.

Anche in questo caso abbiamo un suggerimento di Fabio Banin che riguarda i soffiatori e aspiratori elettrici Stiga SBL 2600 e BL 130c V. Leggeri e performanti, sono gli strumenti ideali per garantire la pulizia e l’ordine del giardino. La loro impugnatura ergonomica assicura un comfort ottimale, mentre la doppia funzione permette di scegliere se soffiare via foglie e detriti o raccoglierli.

Sostenibilità anche d’inverno

In un’ottica di rispetto della Natura, esistono delle pratiche sostenibili che è importante tenere a mente per la cura del proprio giardino, anche d’inverno.

Riutilizzare il materiale di risulta delle potature degli arbusti, trasformandolo con un biotrituratore in cippato da usare per ricoprire la terra nelle aiuole o l’orto durante i mesi invernali.

Il cippato così ottenuto, oltre ad essere un ottimo fertilizzante, limita lo sviluppo di infestanti e riduce l’evaporazione dell’acqua dal suolo.

Fabio Banin per questo lavoro consiglia i biotrituratori elettrici Stiga Bio Master 2200 e Bio Silent 2500, che riducono i residui del giardino in modo pulito e naturale, raccogliendo il cippato in appositi contenitori.

Un altro consiglio importante da seguire in inverno è quello di evitare di calpestare o tagliare l’erba quando ghiacciata o coperta di neve: quando calano le temperature, le cellule vegetali si adattano espellendo l’acqua negli spazi intracellulari, diventando così più suscettibili ai danni, Calpestando l’erba, esercitiamo una forza meccanica che danneggia le cellule e ne compromette la sopravvivenza.

Infine, è bene che i rami sfioriti o secchi di alberi e arbusti vengano tagliati prima dell’arrivo del primo gelo e soprattutto della neve che, accumulandosi li spezzerebbe. Per i lavori di potatura Fabio Banin ci sottopone il potatore multifunzione Stiga SC 100e.

Con il suo design ergonomico e lame in acciaio al carbonio di alta qualità, questo potatore è progettato per garantire un risultato efficiente e preciso con minimo sforzo muscolare. Inoltre, utilizza la batteria Stiga ePower 20V 2 Ah, che assicura un’autonomia fino a oltre 2000 tagli con una sola carica.

Per concludere riprendiamo la missione di Stiga, secondo la quale “ogni giardino, piccolo o grande che sia, rappresenta una risorsa preziosa e per questo va tutelata e protetta”. Un messaggio che Stiga vuole comunicare con il suo progetto #MyPatchOfGreen, presentato con un coro creato da tante piante diverse al Fuorisalone 2023 di Milano.

Dicembre 2023

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Vedi anche...

Ricerca

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli
tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Cerca ciò che ti serve!

Newsletter

logo newsletter
Iscriviti alla newsletter di Bricoliamo
logo pinterest Google News
Iscriviti cliccando sulla stellina "Segui"


Rispondi