logo ten
Magazine DIY
per gli operatori
logo bricoliamo
Magazine DIY
per la famiglia
logo saga
SAGA
Informazione sul DIY in Italia
Palla Neve Brillantini

icona produzione Fatto da noi

Palla di neve con brillantini

a cura di Desy Duca

Un simpatico regalo che piace molto a grandi e piccini, semplice e veloce da realizzare.

Agitare la magica sfera e vedere la neve che si muove vorticosamente per poi, piano piano posarsi è sempre e comunque un’emozione.

La sua realizzazione è molto semplice.

Per quanto mi riguarda ho riciclato dei barattoli da cucina e ho usato dei brillantini che già avevo a casa.

Le proposte che vi faccio vedere sono due: una con un barattolo di plastica trasparente, più adatto se il regalo è destinato a un bambino, e l’altra con un classico barattolo di vetro.

Come sempre vi lascio al filmato che ho realizzato durante il lavoro per poi raccontarvi tutte le fasi di lavorazione.

Occorrente

  • Barattolo vuoto con relativo coperchio (se dalle decorazioni natalizie vi avanzano dei barattolini in plastica trasparente potete usarli tranquillamente, saranno più adatti a bambini piccoli essendo più difficili da rompere.)
  • Brillantini a vostra scelta
  • Colla a caldo
  • Oggettino di plastica o materiale duro
  • Glicerina (o glicerolo)
  • Acqua
  • Nastrino decorativo

Prepariamo la base

Per prima cosa assicuriamoci che il tappo si chiuda ermeticamente al barattolo, poi svitiamo il tappo e con la colla a caldo attacchiamo l’oggettino che vogliamo stia al centro della nostra palla.

Se il tappo è fondo o se volete far risaltare meglio l’oggetto create un piccolo spessore con la colla a caldo prima di incollarlo, così da rialzarlo un pochino.

L'articolo continua subito sotto...

Potete anche usare un pezzetto di plastica o legno come base aggiuntiva.

Una volta incollato l’oggetto possiamo decorare la base come più ci piace, ma fate attenzione a lasciare sufficiente spazio alla cremagliera del tappo, altrimenti non si chiuderà più ermeticamente.

Consiglio: man mano che aggiungete elementi controllate la chiusura.

I brillantini

A questo punto prendiamo il barattolo e riempiamolo d’acqua lasciando circa un dito di aria per l’ingombro dell’oggetto.

Prendiamo i brillantini e mettiamone un po’ alla volta, mescolando e controllando l’effetto.

Non mettetene troppi altrimenti invece dell’effetto neve otterrete l’effetto nebbia.

A questo punto non preoccupatevi se galleggeranno o finiranno dritti sul fondo senza planare leggermente nell’acqua, è normale.

Per ottenere l’effetto neve che, agitata, si muove vorticosamente per poi appoggiarsi dolcemente sul fondo, usiamo della glicerina o glicerolo: questa sostanza renderà l’acqua leggermente più densa consentendo ai brillantini di continuare a volteggiare per più tempo una volta scossa la palla.

Non ci resta che chiudere il nostro barattolo e verificare che non ci siano perdite d’acqua.

La sigillatura

Nel mio caso avendo usato un barattolo di plastica destinato ad un bimbo di due anni ho deciso di abbondare con la sigillatura del bordo con la colla a caldo così da renderlo ancora più a tenuta stagna e resistente a eventuali colpi.

Anche nel caso del barattolo in vetro vi consiglio di fare un giro di colla a caldo nella fessura tra il bordo e il tappo.

Con il nastro decorativo non si vedrà nulla a lavoro finito.

Decoriamo

Una volta sigillato il tutto non ci resta che decorare a piacere la base della nostra palla.

Potete usare un nastrino da pacchi come ho fatto io, oppure un dischetto di stoffa a tema con cui rivestire il tappo e fissarlo con un pezzettino di rafia colorata o nastrino, facendo un bel fiocco a cui fissare un bigliettino d’auguri.

Buon divertimento e buone feste a tutti!

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Vedi anche...

Ricerca

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli
tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Cerca ciò che ti serve!

Newsletter

logo newsletter
Iscriviti alla newsletter di Bricoliamo
logo pinterestGoogle News
Iscriviti cliccando sulla stellina "Segui"


Un commento:

  1. Mafalda ha detto:

    Bellissima idea, ma il rapporto fra glicerina e acqua quale è? Grazie