Bricoliamo.com

Come fare

Come realizzare una scatola in plexiglass con il taglio laser

scatola in plexiglass
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Spesso si necessita di costruire oggetti dalle dimensioni precise al millimetro, e ciò può risultare difficile specialmente per i prodotti costituiti da materiali pesanti e di difficile lavorazione. Proprio per questo, con il miglioramento della tecnologia, sono nate metodologie specifiche per questo lavoro, come il taglio laser.

Tale metodologia è molto utilizzata per le sue capacità di gestire materiali, anche molto duri, con precisione perfetta, millimetrica. L’operazione consiste nel concreto in un processo termico con il quale il fascio laser fonde il materiale da tagliare. Il gas di assistenza, poi, elimina il materiale in eccesso, rendendo perfettamente puliti e precisi i bordi dell’oggetto tagliato in questione.

In ambito industriale, il taglio laser viene utilizzato su tantissime tipologie differenti di prodotti, visto la sua applicabilità a tutti i materiali, compresi quelli metallici e più duri. Per ogni composizione specifica si varierà la tipologia di laser e la potenza impiegata. Un esempio molto diffuso di utilizzo del taglio laser è quello per realizzare efficacemente una scatola in plexiglass. Per maggiori informazioni sul taglio laser del plexiglass è possibile consultare la seguente guida.

Ma come avviene ciò nel concreto? Proviamo a scoprirlo di seguito.

Produrre una scatola in plexiglass tramite il taglio laser

Il plexiglass, nome commerciale dell’elemento chimico Polimetilmetacrilato, è un materiale di grandissimo utilizzo in molti settori, dall’arredamento fino all’architettura ecc. Questo è merito della sua semplicità di utilizzo, versatilità e facilità di produzione, appunto tramite la tecnologia del taglio laser, per ottenere scatole con misurazioni precise.

I vantaggi di questo materiale sono numerosi: lunga durata nel tempo, resistenza all’usura ed agli agenti atmosferici, di colore trasparente ma con possibilità di varie personalizzazioni, trasmette ottimamente la luce solare, leggero ma allo stesso tempo resistente alla rottura, ed infine facile da modellare a proprio piacimento.

Proprio per tutto ciò, le scatole in plexiglass sono molto utilizzate in vari settori e in varie dimensioni, sia grandi, generalmente per contenere oggetti, sia di dimensioni più ridotte. Basta pensare alle scatole in plexiglass trasparenti di varie forme adatte per contenere all’interno confetti o bomboniere, ideali quindi per varie cerimonie come matrimoni, feste di laurea, compleanni, battesimi, comunioni e molte altre.

Ma come si ottiene nel dettaglio una scatola in plexiglass, dalla forma e misure specifiche volute?

Tra le varie tecnologie da poter utilizzare in azienda, il taglio laser del plexiglass è senza dubbio quella più efficace, visto la precisione ottenuta e la velocità di esecuzione, permettendo di creare tantissime scatole in brevi tempistiche. Il primo step da seguire è quello di creare un progetto digitale, tramite computer, e generalmente con programmi specifici, che permettono di creare file CAD o Vettoriali. Con questi software è possibile modellare la scatola a proprio piacimento, scegliendo le misure precise, eventuali forme diverse o decidere di fare incisioni su uno dei lati, come per esempio piccoli disegni o scritte.

Dopo aver fatto ciò, si può iniziare nella lavorazione con la metodologia di taglio laser, a partire dal progetto iniziale. Ovviamente, quest’ultimo dovrà rispettare alcuni parametri, ovvero:

  • il file deve avere come estensioni una tra DWG, DXF, CDR, EOS, AI, PDF, specifiche per questa tipologia di lavori;
  • le unità di misura devono essere necessariamente in millimetri, con la scala impostata 1:1;
  • le immagini dovranno essere ad alta risoluzione;
  • su eventuali file vettoriali come inizio del progetto, i vari tagli e incisioni, se presenti, devono essere contraddistinti da colorazioni apposite.

Si procede così nel concreto al taglio laser che, come spiegato, è una tecnologia che sfrutta la luce e permette di tagliare con estrema precisione un oggetto di varie tipologie di materiali, compreso appunto il plexiglass. Si possono ottenere tantissime forme diverse, così come fare varie incisioni differenti, in base alle proprie esigenze.

In questi lavori, bisogna prestare attenzione al Kerf, ovvero la quantità di materiale asportata dal laser durante il taglio. Questo cambia da un materiale all’altro, ed è abbastanza elevato con il plexiglass come materiale. É importante tener conto del kerf sopratutto per pezzi con tolleranze molto strette o da incastrare fra loro.

Per concludere, la realizzazione di una scatola in plexiglass con il taglio laser non ha tempistiche e prezzi predefiniti, ma essi variano molto in base al progetto iniziale e quindi alla personalizzazione che bisogna svolgere con questa tecnologia.

Novembre 2020

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!