Bricoliamo.com

Mastice o malta?

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Un lettore, Giorgio Pirovano, ci ha inviato una mail in cui sottopone il quesito se per applicare delle piastrelle al muro sia meglio utilizzare i moderni mastici oppure la tradizionale malta. Ovviamente l’annotazione di Giorgio evidenzia la grande differenza di prezzo tra i due materiali. Ebbene noi di bricoliamo.com non abbiamo dubbi: i mastici moderni (li chiamiamo genericamente così ma ci sono molti prodotti in commercio) hanno delle modalità di applicazione e dei tempi di essicazione che si adattano molto meglio al bricolage.

Infatti dopo un certo tempo che le piastrelle sono state posate sul letto di mastice, esse possono essere corrette nel loro allineamento, confrontandole une alle altree (questo soprattutto con i mastici a base vinilica). Inoltre il mastice si stende con l’apposita spatola dentata, senza perdere tempo per creare la miscela giusta per una malta adatta a sostenere le piastrelle. Senza parlare poi della difficoltà di stendere per bene la malta.

Lo spessore dello strato di mastice adatto a sostenere le piastrelle è di 1 o 2 millimetri, mentre quello della malta deve essere di 10 o 15 millimetri, ed è proprio questo aspetto che deve essere considerato da chi pensa di risparmiare usando la vecchia malta.

Infine il mastice incolla su un numero molto maggiore di superfici: muratura, legno, vecchie piastrelle, vetro e altre ancora, assicurando una maggiore impermeabilizzazione rispetto alla malta.

 

Rotta di navigazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!