logo ten
Magazine DIY
per gli operatori
logo bricoliamo
Magazine DIY
per la famiglia
logo saga
SAGA
Informazione sul DIY in Italia

icona prodotti Arredo giardino

Bonfante porta la luce in giardino

a cura di Avatar photo

Da Bonfante, azienda che abbiamo imparato a conoscere per le sue proposte di arredo e decorazione del giardino, una soluzione per l’illuminazione del giardino, dei vialetti, della piscina, delle scale o di qualsiasi altro luogo in cui occorre, per necessità estetiche o di sicurezza, avere il supporto di punti luce ben definiti.

Il sistema di illuminazione che vi presentiamo si chiama Sirio ed è distribuito in Italia da Bonfante.

Punto fondante di tale sistema è la mattonella solare Sirio, cioè un modulo di illuminazione a LED, autoalimentato con batteria interna ricaricabile mediante luce solare per mezzo del pannello a celle solari posto sulla superficie del modulo stesso.

Ciò significa che una volta installato Sirio ha bisogno soltanto di due ore di sole durante la giornata per autoricaricare completamente la propria batteria e garantire quindi l’illuminazione dal tramonto fino all’alba.

Sirio si accende automaticamente quando l’illuminazione naturale scende al di sotto dei 200 lux, cioè all’imbrunire, e si spegne, sempre automaticamente, quando la luce esterna supera i 500 lux, tipicamente all’alba.

Teniamo conto che le due ore di autoricarica di cui abbiamo parlato sono sufficienti per garantire il funzionamento di Sirio, per 14 ore al giorno (dal tramonto all’alba) per 15 giorni.

Nel caso incappassimo in un periodo particolarmente sfortunato dal punto di vista meteorologico e quindi per 15 giorni Sirio non avesse alcuna possibilità di assorbire i raggi solari per autoricaricarsi, si accenderà comunque all’imbrunire ma non riuscirà a rimanere acceso per tutta la notte.

Sirio esiste in diversi colori e si suddivide in due diversi modelli: quello a incasso e quello ad appoggio.

Il primo deve essere affogato nella pavimentazione (ceramica, cemento, legno, asfalto, ecc.) con una tolleranza massima di un millimetro.

Lo spessore totale di Sirio è di 10 millimetri.

Per l’installazione occorrerà fare uno scasso sulla superficie da illuminare dalle misure di Sirio, riempirlo di un buon sigillante specifico e appoggiare la nostra mattonella solare fino alla completa presa.

Il modello ad appoggio invece si fissa anch’esso con il sigillante e con due tasselli, che dovranno essere adatti alla pavimentazione in questione, le cui viti passeranno attraverso gli appositi fori della mattonella di Sirio.

In entrambe i casi Sirio può essere installato sia in verticale che in orizzontale ed è naturalmente totalmente impermeabile (può essere installato sott’acqua nelle piscine), pedonabile e carrabile.

L’unica differenza tra il modello a incasso e quello ad appoggio è riscontrabile proprio nella capacità di sostenere peso soprattutto quando li si usa per un passaggio carrabile.

Mentre Sirio ad incasso sopporta fino a 35 tonnellate di peso, per il modello ad appoggio è consigliato non superare le 10 tonnellate.

Una volta installato bisogna rimuovere la pellicola protettiva dal modulo, da questo momento Sirio comincerà a funzionare: gli servirà circa mezz’ora di esposizione al sole per caricarsi e a quel punto diventare totalmente autonomo accendendosi e spegnendosi quando serve.

In conclusione Sirio ci sembra davvero una bella soluzione: niente, scavi, niente, fili, niente canaline e nessun consumo di energia elettrica, a fronte un sistema che si autoalimenta con i raggi del sole e automaticamente illumina quando serve.

Maggio 2014

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Vedi anche...

Ricerca

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli
tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Cerca ciò che ti serve!

Newsletter

logo newsletter
Iscriviti alla newsletter di Bricoliamo
logo pinterest Google News
Iscriviti cliccando sulla stellina "Segui"


Rispondi