La-stanza-di-desy-decorazione-creatività A cura di Desirée Duca

Un divanetto con i pallet

Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Come ormai sapete nella Stanza di Desy non si butta via niente. E’ così che mi sono ritrovata per le mani tre pallet, più o meno in buone condizioni, e alcuni cuscinoni di un divano in disuso.

L’idea, maturata insieme all’amica e decoratrice Aurora, è stata quella di trasformare il tutto in un comodo divanetto da utilizzare in veranda.

Come sempre vi lascio al filmato che abbiamo realizzato durante le fasi di lavorazione, riprendendo poi con tutte le indicazioni passo dopo passo.

Materiali e attrezzi utilizzati:

Recuperare dei pallet è molto più semplice di quanto si possa pensare: non occorre siano in perfette condizioni, anche perché comunque procederemo con una buona levigatura e pulizia.

Noi abbiamo avuto la fortuna di trovarne due di diverse dimensioni, il che ci ha consentito, mettendoli uno su l’altro, di creare una base con un gradino, sul quale abbiamo poi fissato lo schienale.

A questo punto mettiamo da parte i due designati per la base e dal terzo recuperiamo solo la parte superiore per farne lo schienale. Dal pezzo restante abbiamo ricavato due doghe per i braccioli laterali.

Con la tenaglia o una pinza estraiamo eventuali chiodi o viti che possono essere pericolosi se sporgono dal legno.

Ora prendiamo il multifunzione BLACK+DECKER e montiamo l’apposito platorello per levigare, come vedrete è molto semplice cambiare i vari componenti. Nella confezione è presente anche il pratico tubo per connessione ad aspirazione esterna della polvere, nel nostro caso non l’abbiamo utilizzato perché eravamo nel laboratorio di Aurora e con una veloce passata di scopa abbiamo avuto modo di pulire agevolmente tutta la polvere e la segatura generate durante la lavorazione.

Levighiamo le parti esterne dei pallet che saranno più esposte al contatto.

Per le parti più piccole da raggiungere abbiamo usato la levigatrice Mouse, sempre di BLACK+DECKER, comodissima e pulitissima grazie al contenitore con sistema di microfiltraggio per la raccolta della polvere. Sulla Mouse abbiamo montato l’accessorio (vedi filmato e foto) che ci ha consentito di arrivare con facilità in tutti gli spazi più difficili da raggiungere con i normali platorelli.

Se sono presenti aloni o marchi sul legno vedrete che levigandolo tenderanno a sparire completamente.

Diamo una bella soffiata con il compressore per pulire velocemente dai residui di segatura e prepariamoci ad avvitare i vari componenti.

Noi abbiamo usato il Trapano/Avvitatore BLACK+DECKER con tecnologia Autosense (regola automaticamente la forza di avvitamento sulla base del materiale  e della vite) e abbiamo avvitato i due pallet tra loro per fare la base della nostra poltrona.

Poi siamo passati allo schienale fissandolo al pallet più corto. Infine, abbiamo aggiunto le due doghe laterali che, oltre a fare da braccioli,  renderanno la struttura più robusta e stabile.

A questo punto non ci resta che stuccare le imperfezioni e le viti, così non si rischia che i tessuti dei cuscini si impiglino o si graffino inavvertitamente.

Eccoci quindi alla fase colore. Vi consiglio di dare una prima passata di base con della Cementite, soprattutto se il divanetto è destinato a stare all’aperto, questo aiuterà a proteggere il legno dalle intemperie.

Lasciamo asciugare perfettamente la base di Cementite e quindi passiamo al colore.

Lo smalto per esterni è ideale se avete intenzione di posizionare il divanetto sotto un portico o in giardino, al contrario se è destinato all’interno dell’abitazione è meglio ripiegare su un normale smalto all’acqua.

Aiutandoci con pennello per le parti piccole e con un rullino in spugna per le doghe diamo una bella colorata al divanetto, se il legno è molto poroso tenderà a “bere” molto più colore quindi tenetene conto quando andrete ad acquistare le latte di smalto.

La decisione di dare una o due mani di smalto dipende dalle condizioni del legno e dal risultato che vorrete ottenere, ovviamente per i perfezionisti le due mani sono d’obbligo.

Una volta che lo smalto è perfettamente asciutto, non resta che allestire il divanetto con i vecchi cuscini, recuperati da un divano che stava per essere buttato in discarica, e con degli scampoli di tessuto con i quali abbiamo aggiunto un tocco in più, foderando alcuni cuscinetti e creando un runner di stoffa per decorare e proteggere i punti dove si appoggiano i piedi.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

3 commenti:

  1. giuliano ha detto:

    Sono 2 anni che voglio costruirmelo. Non singolo ma a 3 posti, con 6 pallet. Se ne vedono di stupendi, volendo anche con l’isola. Ho fatto fare anche il preventivo dal tappezziere per realizzare i cuscini su misura. Il costo però che mi ha bloccato è quello della gomma piuma… ci vorrebbe un’idea anche qui.

    1. Desiree Duca ha detto:

      Ciao Giuliano,
      hai ragione ci sono davvero tantissime belle idee per realizzarsi su misura un bel divano con i Pallet.
      La parte più costosa, come dici tu, è la tappezzeria, un’idea potrebbe essere quella di recuperare vecchie imbottiture da divani e poltrone buttati in discarica e da “robivecchi” (quei personaggi che svuotano le cantine per qualche soldo) e rivestirle con dei tessuti venduti al mt, ma questo implica che tu abbia la possibilità e capacità di cucirli. Ci sono anche colle da tappezziere in commercio che si possono usare, ma è sempre meglio fissarle con delle cuciture.
      Se non hai modo di cucire tu puoi cercare se in zona c’è una sarta, magari la nonna / mamma di qualcuno che lo fa come “hobby” con cui contrattare un prezzo a buon mercato per farteli assemblare.

      Nel nostro caso abbiamo utilizzato un vecchio cuscino di un divano da buttare e con dell’imbottitura di recupero dagli altri cuscini danneggiati abbiamo ricavato gli altri cuscinetti, la federa l’ha cucita la mamma di Aurora con degli scampoli di tessuto trovati a poco in negozio.

      Spero di esserti stata utile!
      Ciao

  2. Cristina Piccoli ha detto:

    Ciao, volevo fare un divanetto con cinque pallet.
    volevo sapere che tipo di viti hai usato e che misura…è la prima volta che faccio queste cose,e nn riesco a capire come anzi quali viti o chiodi usare….se per te è un problema mi potresti aiutare..grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!