Search form

UN ORTICOLARIO 2013 MOLTO GUSTOSO

orticolario-marzo2013-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

“…lungo il percorso, tra espositori vivaisti ed artigiani, giardini allestiti e installazioni artistiche, i visitatori viaggeranno all’interno del gusto inteso nel suo significato più ampio: dal senso che si sviluppa attraverso la percezione dei cinque sapori fondamentali, al senso estetico dell’eleganza”. Con questa dichiarazione Moritz Mantero, curatore di Orticolario, introduce la quinta edizione dell’evento dedicato al giardinaggio evoluto che si terrà dal 4 al 6 ottobre a Villa Erba, sul lago di Como, e che quest’anno istigherà i visitatori a commettere, incessantemente e senza rimorso, “Peccati di gola in giardino”.

Dopo la luce protagonista dell’edizione 2011 per l’appagamento della vista e le emozioni sonore del 2012 per l’udito, il senso conduttore di Orticolario 2013 sarà il gusto. In questo senso viene preannunciata l’organizzazione dei laboratori del gusto, condotti da esperti, per guidare alla scoperta dei sapori e delle caratteristiche dei prodotti naturali: dal caffè al cacao, dalla birra alle erbe aromatiche e selvatiche, al vino, al miele, ai distillati di frutta. Come nella migliore tradizione di Orticolario, anche i bambini saranno coinvolti in questa avventura grazie a laboratori creati appositamente per loro.

Il fascino e il successo di Orticolario, manifestazione che noi di Bricoliamo abbiamo seguito dalla sua nascita, sono da ricercare nella ferma volontà dell’organizzazione di non presentarsi come l’ennesima fiera di fiori e piante, che giocano comunque un ruolo da protagonisti. Orticolario ha da sempre cercato di stimolare il coinvolgimento dei visitatori verso l’amore per il verde, il giardino e la natura in quanto necessità emozionale per ogni abitante del nostro maltrattato pianeta. Normalmente questi concetti vengono risolti con l’organizzazione di convegni o dibattiti orientati a creare e diffondere quella cultura del verde che in Italia sta crescendo piuttosto lentamente. Orticolario invece tende a trasferire questi valori e questa cultura per mitosi come accade per tutte le cellule somatiche del nostro corpo che, in quanto diploidi, si dividono appunto per mitosi per accrescere l’organismo e per rinnovare o riparare i tessuti.

Orticolario è una grande cellula che divide se stessa penetrando nella mente e nel cuore di ciascun visitatore, accrescendone le conoscenze e la sensibilità e rinnovando o riparando le credenze o le posture scorrette che oggi troppo spesso si perpetuano a danno della natura. Un processo che nessun convegno riesce a costruire. Orticolario invece, offre in questo senso un contributo straordinario utilizzando le leve dell’emozione, che sono quelle con la maggiore capacità di lasciare un segno profondo in chiunque ne venga a contatto. E’ lo stesso processo educativo tipico dell’arte: un quadro, un brano musicale, un film, un passo di danza sono in grado di emozionarci e di entrare in noi facendoci crescere.

Ma torniamo ai contenuti di Orticolario 2013. In una logica di apertura a tutti i generi di suggestione utili alla diffusione del “gusto” per il verde, Orticolario ha bandito un concorso internazionale, rivolto ad architetti e progettisti di giardini, designer, artisti e vivaisti, per la realizzazione di spazi e giardini creativi nel Parco di Villa Erba. I vincitori saranno chiamati a realizzare le loro opere per Orticolario. Saranno spazi originali ed immaginifici, di grande suggestione, che trasmetteranno ai visitatori un importante messaggio: il terrazzo, il giardino, il proprio spazio verde, è un’estensione della propria abitazione che richiede attenzioni e cure particolari.

Il Padiglione Centrale di Villa Erba, da sempre cuore pulsante di Orticolario, nell’edizione 2013 si trasformerà in una giungla con piante tropicali, subtropicali ed equatoriali. Un progetto di Orticolario in collaborazione con Rattiflora. Una realizzazione dal carattere scenografico e didattico, arricchita dall’esposizione delle opere di Michele Vitaloni, scultore iperrealista e rappresentante di spicco a livello internazionale della Wildlife Art. Le sculture, immerse nella vegetazione, si riveleranno ai visitatori in una convivenza tra amore per la natura e passione per l’arte.

Per concludere. Sappiamo che ogni anno Orticolario dedica un’attenzione particolare a un fiore. Quest’anno è la volta della Dahlia, pianta ornamentale di cui sono noti innumerevoli ibridi e varietà, commestibile nei tuberi e nei fiori. Le aiuole del parco di Villa Erba, presenteranno un “campo catalogo” d’eccezione, mentre varietà da taglio, in vaso, saranno in mostra all’interno dei padiglioni.

Proprio alla dahlia sarà dedicata la seconda edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio Botanico dal titolo “Il senso di Dahlia”: un’interpretazione del fiore anche come persona e personaggio, per dare agli autori la libertà di giocare con i suoi molteplici significati.

Marzo 2013

ROTTA DI NAVIGAZIONE:


Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495