Bricoliamo, il portale dedicato al fai-da-te, al giardinaggio, ai lavori in casa, ai professionisti del bricolage

Search form

SELF PUNTA SUL TALENTO DEI GIOVANI DELLO IED

IED-Torino-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

I giovani diventano sempre più protagonisti nel nostro mondo del bricolage. Dopo le esperienze di Brico Center con gli studenti del professor Carlo Martino de La Sapienza di Roma e di Bosch con i giovani del NAbA di Milano, ora anche Self, la più importante catena italiana di centri fai da te, ha dato vita ad un contest creativo in collaborazione con lo IED (Istituto Europeo di Design) di Torino. Gli studenti sono stati chiamati a misurare la propria creatività con il mondo Self, tramite l’elaborazione di progetti che utilizzassero esclusivamente prodotti e materie prime in vendita presso i punti vendita Self.

Due le categorie della competizione. La prima categoria ha coinvolto il terzo anno del corso di Interior Design, a cui è stata affidata l’ideazione di un ambiente bagno domestico con un budget massimo di 2000 euro. Per la seconda categoria del contest sono stati invece coinvolti gli studenti del terzo anno del corso di Industrial Design, che si sono cimentati nella creazione di una sedia interamente costruita, tagliata o assemblata con i materiali o servizi trovati presso il punto vendita Self, con un budget massimo di 75 euro.

Il concorso prevede l’erogazione di un premio in denaro per i primi due progetti classificati di ogni categoria, oltre alla realizzazione e all’esposizione dell’idea progettuale dei primi classificati e al riconoscimento dei diritti all’autore nel caso di una futura messa in produzione.

La commissione giudicante, composta da docenti IED e manager Self, ha decretato pochi giorni fa i vincitori.

Per la categoria Interior, si è classificato al primo posto il gruppo di lavoro composto da Alessandra Cocirio, Francesco Dazzara e Luca Olivero che ha proposto il progetto “Un bagno a regola d’arte” con un arredo interamente fai da te, dove le cornici di ogni colore e dimensione prese dal reparto decorazione Self diventano le inedite ante per un mobile bagno dall’indubbio appeal.

Al secondo posto si è classificato il team di Alessandra Clerici e Laura Marocchino con il suo bagno “Design prêt-à-porter”, una soluzione pratica e ricercata per la coppia, che ottimizza un bagno a pianta rettangolare di vecchia concezione grazie alla presenza di due lavabi simmetrici, di un pavimento bicolore e di elementi d’arredo provenienti dal reparto giardino Self  realizzati con il servizio di taglio legno.

Nella Galleria Fotografica troverete altri due progetti della categoria Interior, che non sono stati premiati ma che ci sembrano degni di una segnalazione da parte nostra per la creatività e la scelta dei materiali. Si tratta del progetto “Daily Wellness” di Luana Rostagno, Valentina Riulfi e Stefano Spinella che, ispirandosi al concetto di SPA e benessere, ha realizzato un bagno utilizzando materiali poveri (es. canne di bambù per separare gli spazi) e contrasti naturali (gres porcellanato, bambù, larice). I led luminosi cambiano colore e si ispirano al concetto di cromoterapia. Al soffitto sono appese lanterne provenienti dal reparto arredo giardino.

Un piccolo bagno con tante idee” è invece il progetto di Giorgia Fraterrigo, Federica Gatti e Rosa Pinna Pintor che hanno pensato ad un bagno, realizzato totalmente in fai da te, dove il protagonista è un modulo quadrato formato da assicelle di legno, assemblato con varie soluzioni e verniciato in diversi colori con vernici atossiche. Un bagno ecofriendly, elegante e giovane.

Per quanto riguarda invece la Categoria Industrial al primo posto si è classificato Francesco Massimiello con la sua geniale sedia “Quadrupla” che si fa in quattro e si trasforma in tavolino, sdraio e porta oggetti. Al secondo posto troviamo Gregorio Fracassi Ratti Mentone con la sua Bloom Chair, una sedia costituita da due vasi in plastica da esterno. In questa categoria la Commissione ha deciso di conferire anche due menzioni speciali, rispettivamente a Marica Vizzuso con la sua SediArti (uno sgabello quadro che grazie alla seduta in legno compensato consente di dare sfogo alla fantasia di ciascuno decorandolo con i colori, o con foto o con decoupage) e Lorenza Soddu con la sua EnFun (non una semplice sedia, ma un vero e proprio mobile per la camera dei bambini che integra, oltre alla seduta, una scrivania e una libreria).

Gli esiti di questa esperienza di Self con IED sono decisamente interessanti e potete vedere tutti i progetti segnalati nell’articolo nella Galleria Fotografica. Chiudiamo con le parole di César Mendoza, direttore dello IED di Torino: “è grazie alla collaborazione con aziende che, come Self, credono nelle potenzialità dei giovani, se ogni giorno i nostri studenti possono sperimentare una metodologia didattica basata sul collegamento tra il sapere e il saper fare. Sotto la guida dei coordinatori Andrea Filippi e Alessandra Chiti e dei docenti Rossana De Gasperi e Alejandro Casso Ramirez, gli studenti hanno colto l’opportunità offerta da Self per applicare la propria creatività ad un reale contesto di mercato e di avvicinarsi così al mondo del lavoro, obiettivo primario dell’Istituto Europeo di Design”.

Fotogallery

Giugno 2012

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli