Bricoliamo.com

MACEF AUTUNNO 2011 SI RINNOVA ANCORA

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Sono ormai anni che si sente parlare di rinnovamento del Macef ma francamente si continua a fare fatica a capire la strategia di rinnovamento e di sviluppo che Fiera Milano vuole perseguire. La matrice originaria di Macef (da qui il suo acronimo, Mostra Articoli Casalinghi e Ferramenta) sarebbe molto chiara ed è sull’articolo per la casa che Macef ha costruito la sua grande fortuna. Ricordiamo che fino alla metà degli anni ’90 Macef poteva vantare quasi 4.000 aziende espositrici e oltre 170 mila metri quadrati di mostra. Oggi siamo circa alla metà, con un Macef che gradualmente perde terreno nelle sue merceologie storiche e tenta di rimpiazzare espositori e metri quadrati invadendo settori che non appartengono al proprio know how e che, in più vanno a sovrapporsi a manifestazioni già esistenti. E’ successo l’anno scorso con la creazione dello spazio “gardening, outdoor e pet”, immediatamente scomparso, ed è successo in questa edizione settembrina del 2011 con la nascita di AbitaMi e dello spazio (minuscolo a onor del vero) Macef Creativity.

AbitaMi è stato presentato come una “raffinata esposizione di prodotti per l’arredamento: alta decorazione, arredamento contemporaneo, outdoor”. Sostanzialmente mobile e arredo per la casa e per l’esterno. Un’iniziativa di alto livello sostenuta da architetti e designer di grande prestigio, che però si va a sovrapporre all’unica grande fiera internazionale che abbiamo ancora in Italia, che è il Salone del Mobile di Federlegno. Allo stesso modo l’arredo esterno si sovrappone al SUN di Rimini, punto di riferimento nazionale e certamente sul podio delle prime tre manifestazioni europee del settore. La domanda è: se un mercato è già rappresentato con una propria e consolidata manifestazione fieristica che di anno in anno entra nelle agende degli operatori, quali sono le considerazioni che convincono dell’opportunità di creare un nuovo evento fieristico in sovrapposizione, all’interno di una manifestazione che, per vocazione, rappresenta un mercato e una merceologia diversa? La distribuzione e in generale gli operatori economici del mondo del mobile non sono quelli del casalingo o dell’oro e argento.

Lo stesso vale per Macef Creativity che avrebbe voluto rappresentare il “settore dell’hobbistica creativa e delle arti manuali”, raccogliendo le spoglie di Planet Creativity, fiera specializzata che ha chiuso i battenti lo scorso anno. Anche in questo caso qualche perplessità ci nasce: gli operatori del comparto degli hobby creativi sono le mercerie, i negozi di belle arti, le cartolerie, i negozi specializzati, quindi non certamente quelli che tradizionalmente hanno in agenda Macef.

D’altro canto è evidente che questo spazio dedicato alla creatività non è frutto di una meditata strategia, tant’è che parlando con i pochi espositori presenti in quest’area (circa una decina) abbiamo appreso che Macef Creativity è stata proposta alle aziende nel mese di giugno per la partecipazione in settembre. Tutto ciò assomiglia più al tentativo di cogliere opportunità, che alla volontà di sviluppare un progetto e una strategia fieristica utile per il mercato.

Al di là delle considerazioni fatte, aggirandosi tra i padiglioni dedicati alla casa è risultato evidente lo sforzo dell’organizzazione per qualificare Macef verso la produzione di qualità. Gli espositori di AbitaMi sono stati selezionati da un Comitato e tra le aree specializzate abbiamo notato “Creazioni”, con aziende che operano tra arte e artigianato e che producono pezzi unici o piccole serie. Creazioni Designer, con una ventina di spazi dedicati alla creatività dei progettisti italiani. E la presentazione dei quattro vincitori della seconda edizione del Concorso Creazioni Giovani, ossia giovani produttori – artigiani/artisti/designer – che non superano i 35 anni di età e che operano nel campo dell’artigianato artistico di ispirazione contemporanea.

Per concludere dopo la nostra visita abbiamo rilevato come Macef sia comunque ancora una grossa manifestazione che gli operatori economici nazionali hanno l’obbligo di visitare. Purtroppo non è più una grande manifestazione e la differenza è sostanziale.

Settembre 2011

Rotta di navigazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!