Bricoliamo.com

Il fior fiore del giardinaggio a Orticolario 2015

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Presentare l’edizione 2015 di Orticolario (2 – 4 ottobre. Villa Erba. Cernobbio), la settima, è davvero difficile perché anno dopo anno questa manifestazione travalica ogni confine aggiungendo al momento espositivo di fiori e piante, eventi culturali, sperimentazioni artistiche, suggestioni ambientali e installazioni creative. Insomma Orticolario da semplice momento mercantile si è sempre più esposto, negli anni, al contagio di ogni forma di espressione artistica, culturale e stilistica che potesse dare un contributo a quell’idea di “giardinaggio evoluto” che da sempre porta nel proprio claim.

Già Orticolario 2014 era ricco di contenuti straordinariamente coinvolgenti, ebbene quest’anno ci dobbiamo aspettare ancora di più, molto di più.

Procediamo con ordine. Anche quest’anno Orticolario ha un senso conduttore, il tatto, che sarà espletato per i visitatori in diverse forme e situazioni, ribaltando il vecchio motto che le nonne usavano per convincere i nipotini a tenere le mani apposto: “guardare e non toccare è una cosa da imparare”. Non a Orticolario dove il toccare è la forma di contagio (rieccoci con il verbo contagiare) per eccellenza tra l’uomo e la natura. Un esempio in tal senso sarà la Stanza di Velluto che accoglierà i visitatori per momenti di pausa e incontri culturali vista lago, nel parco, all’ombra di un’elegante pergola, in una raffinata e suggestiva atmosfera tra cuscini di velluto, arredi di design e foglie da accarezzare.

Il fiore di Orticolario 2015 sarà l’ortensia. Nelle aiuole del parco di Villa Erba si potranno ammirare le magnifiche ortensie e le idrangee selezionate dall’esperta Eva Boasso. L’allestimento sarà curato dal Vivaio Anna Peyron e rifletterà la passione della famiglia fondatrice per le piante “antiche” e per le ortensie che hanno una storia da raccontare. Importante sarà anche in contributo del Vivaio Borgioli Taddei che si occupa da sempre di ortensie e soprattutto di idrangee insolite per tipologia e tempi di fioritura, per colore e per strutture dei cespugli.

Altrettanto spettacolari saranno le installazioni previste da Orticolario 2015 nel centro espositivo.

Nell’Ala Lario troveremo “Il bosco di Sàmara“. La sàmara è il frutto “alato” dell’acero, costituito da un’ala membranosa che sfrutta la forza del vento per una più ampia diffusione del seme contenutovi. Orticolario ha raccolto nel tempo pensieri e riflessioni di artisti, designers, scrittori, giornalisti e intellettuali sul tema “Come pensi di poter contagiare bellezza?”. Tali pensieri, trascritti su foglie d’acero e su sàmare in carta, saranno esposti fra grandi alberi di Acer rubrum (acero rosso) lungo tutta l’Ala Lario.

Nell’Ala Cernobbio sarà invece allestito “Il sentiero dei racconti“, uno dei momenti più importanti in cui viene espresso il senso del tatto. Lungo “Il sentiero dei racconti” le chiome di perenni vivaci di Vivai Priola, regaleranno una sensazione ad ogni tocco. Dall’alto, accompagnati da mani invisibili, scenderanno gli annaffiatoi più importanti e particolari della collezione di Wolfgang Hundbiss, curatore del Museum der Gartenkultur (Museo della Cultura del giardino) di Illertissen.

Nell’Ala Regina troveremo la “Via della seta“, un omaggio alla preziosa fibra naturale che ha avuto e ha tuttora un’importanza fondamentale nel tessuto sociale ed economico del territorio comasco. I particolari Morus alba ”‘Tortuosa” di Nespoli Vivai accompagneranno noi visitatori lungo tutta l’Ala Regina. I rami contorti rappresentano la caratteristica distintiva di questo Morus, che viene infatti chiamato “gelso cavatappi”.

Non possiamo poi dimenticarci del Padiglione Centrale che ogni anno è il cuore spettacolare di Orticolario. In questo 2015 ospiterà un progetto avvolgente: “Contagiare bellezza” di Vittorio Peretto (HortensiaGardenDesigners, Milano). Un “racconto di paesaggio” che trae ispirazione dalla figura geometrica più ricorrente in natura, la spirale. Eleganti e longilinei alberi di una cipressaia (di Piante Mati – Pistoia) ritmeranno lo spazio, accompagnando i passi su materiali diversi. Lungo il percorso, piante mediterranee tappezzanti ed arbustive (di BotanicalDryGarden by Mates piante) inviteranno al continuo contatto con le loro chiome. Al viaggio tattile si alternerà il vivace gioco cromatico di vaporose ortensie (di Floricoltura Pisapia).

Avvicinandosi al cuore della spirale, caratterizzato da una pavimentazione in legno, due poesie di Giovanni Gastel incise su pareti materiche (realizzate da FDM F.lli Mazzola) abbracceranno l’installazione “Parole isola(te)” dello scultore valtellinese Alex Bombardieri.

La Villa Antica, l’Entrata Visconti e il pontile saranno arricchiti delle scenografie firmate Rattiflora, partner di Orticolario dalla prima edizione e dal 1938 azienda storica nel floral e garden design in Italia e in tutto il mondo. “Blob” è il titolo della scenografia di Rattiflora in Villa Antica: ortensie sospese nell’aria scenderanno dall’alto e diventeranno il centro di un grande tavolo all’interno del salone. Il loro percorso continuerà verso il parco con un’architettura avvolta nella seta, fino a trasformarsi in rampicante e ancora in punteggiate fioriture tra i bossi. Sarà un vero spettacolo, come sempre.

Nello straordinario Parco di Villa Erba troveranno il loro palcoscenico naturale gli otto Giardini Creativi, selezionati e che concorreranno al Premio “La Foglia d’oro del Lago di Como“, attualmente custodita a Villa Carlotta. Oltre alla prestigiosa Foglia d’Oro la Giuria assegnerà altri premi mentre, novità di quest’anno, i visitatori di Orticolario avranno la possibilità anch’essi di votare e assegnare così il Premio Giuria Popolare.

Venendo ora al contagio artistico, saranno quattro gli artisti che si esprimeranno durante Orticolario con le loro opere ispirate alla Natura. Senza contare la mostra fotografica “Questione Spinosa” del fotografo Dario Fusaro.

Per concludere non vogliamo dimenticare quelli che sono i principali protagonisti di Orticolario cioè i vivaisti che esporranno le loro collezioni e le loro proposte. Sempre più selezionati e sempre più internazionali gli espositori di Orticolario garantiscono anch’essi un’esperienza davvero unica nello scenario degli eventi verdi che si tengono in Italia.

Nella logica del contagio Orticolario 2015 sarà presente con installazioni di assoluto interesse in alcuni punti strategici della città di Como.

Luglio 2015

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!