Bricoliamo.com

Notizie

I PUPONZI E MOLTO ALTRO

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Lei si chiama Simona, ma in internet è conosciuta come stregatta, è amica di bricoliamo da tanti anni ed è una delle tante persone che hanno trasformato il loro hobby in una vera e propria attività. La passione per la ceramica e la lavorazione della terracotta portarono Simona ad inventarsi i Puponzi (che noi di bricoliamo presentammo nel 2006 – vedi nella Rotta di Navigazione), simpatici personaggi, appunto in terracotta, lavorati e dipinti a mano. Ogni Puponzo rappresenta un’emozione, una situazione, una ricorrenza: come, per esempio, nella linea animali il Pinguino Ruzzolone o Pantofola, il gatto pigrone, oppure nella linea fantasy, la Fatina del Buon Sonno o ancora il Puponzo laureato, perfetto per festeggiare il conseguimenti dell’ambito titolo.

A testimonianza di come il fare da se non è soltanto manualità, ma anche creatività, cultura e comunicazione, Simona ha scritto e pubblicato per ciascun Puponzo un racconto breve che ne definisce il carattere e lo personalizza sulla situazione o l’emozione che deve rappresentare. E’ nel 2007 quindi che esce il suo libro “Le storie dei Puponzi” pubblicato in internet grazie al portale editoriale Lulù (vedi nella Rotta di Navigazione).

Negli ultimi due anni, grazie al successo dei Puponzi, la produzione si è ampliata e oggi Simona ha costruito un vero e proprio catalogo che ospita diverse linee, come, per esempio, quella della bigiotteria, con ciondoli, anelli, collane, spille, tutte fatte a mano con il gusto e la creatività che solo la passione può trasferire in un oggetto. Non solo. Sulla base dell’esperienza fatta con la vendita on line e quindi con la spedizione degli oggetti tramite le Poste, Simona ha introdotto un’importante variante nella sua produzione iniziando ad utilizzare, invece della terracotta, la pasta sintetica (FIMO). Una scelta costretta dalla fragilità della terracotta durante il trasporto. “ Questa decisione – ci ha raccontato Simonaè stata presa da me con tristezza, constatando come la terracotta, materiale bellissimo, naturale e che amo molto, sia tuttavia troppo fragile e difficoltosa da trasportare e spedire. Le paste sintetiche, grazie alla loro robustezza, danno maggiori sicurezze in questo senso.” Oggi è comunque possibile avere i Puponzi nella loro versione originale in terracotta, ma solo su ordinazione.

I costi dei Puponzi e di tutti gli altri oggetti sono davvero alla portata di tutti. Pensate che un Puponzo può costare dai 2 euro, se di piccole dimensioni (altezza 4 centimetri) ad un massimo di 8 euro se alto fino a 10 centimetri. Anelli, collane, spille e in generale tutta la bigiotteria hanno costi che variano dai 3 fino a un massimo di 10 euro. Per poterli acquistare si può farlo via internet per una selezione di prodotti (vedi nella Rotta di Navigazione), oppure rivolgendosi direttamente a Simona tramite il suo sito dedicato ai Puponzi.

Un’iniziativa che vogliamo sostenere perché è la migliore espressione di quello che il bricolage moderno può esprimere. Complimenti.

Nella foto: il Puponzo laureato

Dicembre 2009

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Rotta di navigazione



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!