Henkel incolla la barba di Tutankhamon

Nello scorso mese di dicembre è stata riportata al Museo Egizio de Il Cairo la maschera d’oro del faraone Tutankhamon, lo straordinario reperto con oltre 3.000 anni di storia, dopo una delicata operazione di restauro resasi necessaria dall’accidentale caduta della barba durante un’intervento di pulizia. La barba è stata riposizionata e fissata grazie a uno speciale adesivo hotmelt di Henkel.

Ma procediamo con ordine perché la storia è interessante. Dopo la disgraziata rottura ci fu un primo tentativo di rimettere la barba sul mento di Tutankhamon, ma purtroppo l’adesivo utilizzato non era per niente adatto all’intervento.

Di questo problema venne a conoscenza Dirk Kasper, specialista Henkel in adesivi hotmelt, che, saputo dei danni provocati dal maldestro restauro con la colla sbagliata, contattò Christian Eckmann, esperto del Römisch-Germanisches Zentralmuseum di Mainz e coordinatore dell’equipe preposta al restauro, per offrire supporto e collaborazione.

Ovviamente l’offerta fu accolta ed Henkel inviò un proprio esperto, Rainer Schönfeld, a esaminare il reperto, il quale, dopo un attento esame, confermò che “la barba era stata fissata erroneamente con un collante epossidico. Abbiamo molta esperienza con questa tecnologia e sappiamo trattare questo tipo di resine”.

Il team Henkel ha quindi condotto un’analisi dettagliata e definito come rimuovere il collante epossidico senza danneggiare la maschera e senza lasciare residui. In parallelo, è stato sviluppato un adesivo alternativo per fissare la barba in modo efficace e accurato, sopportando anche le condizioni e le temperature a cui il reperto viene conservato ed esposto al pubblico, nonché le vibrazioni e le sollecitazioni in fase di trasporto. Il nuovo composto è stato elaborato combinando misure e rilevazioni fisiche, modelli 3D e test applicativi avanzati.

Sviluppare adesivi ad alte prestazioni è il nostro lavoro, ma questo progetto è stato estremamente sfidante per l’intero team – ha sottolineato Dirk Kasper -. Siamo davvero orgogliosi che un adesivo hotmelt di Henkel abbia contribuito al restauro della maschera dorata di Tutankhamon“.

Christian Eckmann, esperto del Römisch-Germanisches Zentralmuseum di Mainz e coordinatore dell’equipe che ha lavorato al restauro, ha pubblicamente ringraziato Henkel per il contributo offerto al progetto: “Le competenze e il supporto del team di ricerca di Henkel Adhesives sono stati fondamentali per la buona riuscita del restauro. Siamo riusciti a staccare la barba, che era stata fissata dopo la rottura con un collante non appropriato, e riposizionarla con un composto sviluppato appositamente da Henkel”.

Eckmann ha inoltre ringraziato la Fondazione Gerda Henkel per il sostegno finanziario al restauro, che è durato complessivamente otto settimane.

Gennaio 2016

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!