Bricoliamo.com

LA SPERANZA SIFUC 2008

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

LA SPERANZA SIFUC 2008

Ci eravamo lasciati dopo l’ultima edizione, quella dell’ottobre 2006, con la sensazione di un triste addio alla manifestazione fieristica più antica in Italia del settore ferramenta e utensileria. Stiamo parlando del SIFUC di Napoli che, dal 26 al 28 settembre 2008 riaprirà i battenti per celebrare la propria 17° edizione. “Speriamo che almeno in questo caso il 17 porti bene – sottolinea Marialuisa Capuozzo, di Mar.Sa. la nuova società organizzatrice di SIFUC -. Abbiamo lavorato tanto e stiamo lavorando tanto perché siamo sicuri che il SIFUC potrà ritornare agli antichi splendori.

Bricoliamo, dopo aver visitato la passata edizione di SIFUC non era stata clemente e aveva titolato il suo articolo di recensione della mostra: “SIFUC 2006: UN TRISTE ADDIO” (potete rileggere l’articolo cliccando sul titolo nella Rotta di Navigazione). Per il clima generale di insoddisfazione, sia tra gli espositori che tra i visitatori, c’erano tutte le premesse perché l’edizione 2006 fosse davvero un addio ad una manifestazione che per trent’anni era stata un riferimento per i mercati del sud e del mediterraneo. La situazione era talmente chiara che la Fiera d’Oltremare cambiò radicalmente rotta sostituendo la società organizzatrice.

Li abbiamo lasciati lavorare e ora, a poco più di quattro mesi dall’apertura della manifestazione, abbiamo parlato con la nuova segreteria organizzativa di SIFUC per sapere come vanno le cose. “Abbiamo dovuto lavorare moltissimo per convincere le aziende a partecipare a SIFUC 2008 – racconta Marialuisa Capuozzo -. L’immagine della manifestazione era davvero ai minimi storici e spiegare alle aziende che la nostra società aveva tutte le intenzioni di investire energie e risorse per il rilancio di una mostra storica e unica in Italia per il settore ferramenta come è SIFUC, è stato difficile. A tutt’oggi (maggio 2008 – n.d.r.) stiamo ancora lavorando sul fronte commerciale per cercare di proporre un’edizione il più completa possibile. Sappiamo che solo un’edizione 2008 trasparente, ben organizzata e che rispecchi tutto il nostro impegno potrà essere potrà essere la carta vincente per dare un futuro a SIFUC.”

In effetti nel corso della lunga telefonata abbiamo registrato con piacere un entusiasmo e una vitalità che oggi è raro trovare nelle fiere italiane. Allo stesso modo abbiamo potuto verificare con lo stesso piacere una rara trasparenza nelle dichiarazioni, infatti, pur se dopo qualche insistenza, abbiamo appreso che ad oggi gli espositori che hanno confermato la loro presenza a SIFUC 2008 sono circa 120, con una fondata speranza di raggiungere quota 200, soprattutto se si tiene conto dell’accordo bilaterale stipulato da SIFUC nello scorso mese di marzo con una società cinese che dovrebbe organizzare una collettiva di aziende estremo-orientali. Sono numeri che certamente non rispecchiano la storia di SIFUC, però sono numeri onesti su cui è realistico poter pensare di ricostruire una manifestazione. Inoltre tra le conferme troviamo nel sito di SIFUC anche marchi importanti come Fischer, Dewalt, Claber, Silca, Fumasi, Hilti, Saint Gobain e altri. Certo, ne mancheranno molti all’appello però le aziende presenti avranno il merito di poter dire di aver dato un contributo fondamentale e indispensabile al mantenimento in vita di una manifestazione storica e attualmente unica in Italia, particolare da non sottovalutare.

Le aziende che hanno deciso di sostenere questa nuova era di SIFUC – continua Marialuisa Capuozzodovranno uscire soddisfatte dalla manifestazione. E’ necessario che l’edizione 2008 ribalti la tendenza del mercato a considerare SIFUC una fiera finita. Per questo ci siamo impegnati molto anche sul fronte visitatori, non solo predisponendo una campagna pubblicitaria, sia di affissioni che tabellare sulla carta stampata e sul web, ma anche stringendo accordi con la Confesercenti, la Confcommercio e la Confartigianato del centro e del sud. Inoltre, per far tornare SIFUC un punto di riferimento per i mercati del Mediterraneo, stiamo lavorando con l’ICE e le nostre ambasciate per organizzare workshop e iniziative di vario genere. Naturalmente su quest’ultimo aspetto i benefici saranno a favore di SIFUC 2010.

Un grande impegno quindi e una grande volontà di vincere una sfida difficile, anche perché, nel frattempo, si è affacciata al mercato una nuova proposta fieristica, il 2WORK, che si terrà dal 16 al 19 ottobre, poco dopo SIFUC, all’interno di SUN alla Fiera di Rimini. “Devo dire – sottolinea Marialuisa Capuozzoche 2WORK non ha ne influenzato ne danneggiato minimamente la nostra campagna di acquisizione espositori. Abbiamo sentito di più la concorrenza di ExpoEdilizia della Fiera di Roma.” Comunque vada riteniamo che si debba essere contenti del fatto che forze fresche e determinate abbiano ripreso in mano un SIFUC altrimenti costretto alla deriva. Da qui in poi saranno i fatti a parlare, per quanto ci riguarda saremmo ben felici di smentire il titolo del nostro articolo sulla chiusura della scorsa edizione di SIFUC, che ne prevedeva “il triste addio”. Speriamo di poter scrivere un articolo che possa avere per titolo un bel “bentornato SIFUC“, ma questo potremo farlo solo dopo avere visitato, dal 26 al 28 settembre prossimi l’edizione 2008. Nel frattempo vogliamo avere fiducia.

Maggio 2008

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!