Bricoliamo.com

LA MARCIA DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL GARDEN CENTER

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

LA MARCIA DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL GARDEN CENTER

Giovedì 21 febbraio alle ore 14,30, nell’ambito della manifestazione Flormart-Miflor alla Fiera di Padova, si terrà un interessante convegno sullo sviluppo del mondo del florovivaismo verso il grande pubblico dei consumatori e degli amanti del verde.

Organizzato da SPAZIOTRE, società editrice del mensile indipendente specializzato GREEN UP,  dalla free press GREEN STYLE, rivista di giardinaggio per i consumatori, in collaborazione con GREENHOUSE, società di consulenza e sviluppo specializzata nel mercato del giardinaggio, il convegno “La marcia del florovivaismo verso il garden center” vuole mettere in evidenza le problematiche legate al commercio al dettaglio dei prodotti per il verde, in casa, in giardino e sul terrazzo.

La riflessione che muove la necessità di questo convegno parte dalla considerazione che, a fronte della crescente sensibilità dimostrata dai consumatori negli ultimi dieci anni nei confronti del verde e dei mercati ad esso collegati, esiste una progressione estremamente lenta nell’organizzazione distributiva del settore. Il risultato è che spesso i consumatori, amanti del verde e del proprio giardino, hanno difficoltà a trovare e scegliere il proprio negozio di fiducia.

I garden center sono in Italia numericamente troppo pochi (quelli strutturati sono circa 300 sul territorio nazionale) rispetto all’offerta di prodotti delle imprese del settore e alla domanda crescente dei consumatori. Questo lento sviluppo del garden center in quanto punto di riferimento della distribuzione dei prodotti per il verde in casa, in giardino e sul terrazzo, limita l’espansione economica di un mercato che certamente potrebbe dare maggiori soddisfazioni e lascia grandi spazi di intervento ad una grande distribuzione, che, pur se ottimamente organizzata, non riesce tuttavia a creare quell’effetto di coinvolgimento del consumatore che potrebbe essere invece assicurato dalle atmosfere di un dettaglio tradizionale. Senza contare che in grande distribuzione è difficile poter avere quelle informazioni e quella assistenza necessaria ai tanti consumatori che si avvicinano al verde senza competenze specifiche.

Il mondo del florovivaismo, numericamente importante e altamente qualificato sulle problematiche del verde, è certamente il comparto che potrebbe offrire un contributo fondamentale al miglioramento dell’assetto distributivo del settore a favore dei consumatori. I florovivaisti si stanno in effetti aprendo e strutturando alla vendita al dettaglio: completando la loro offerta con merceologie affini e complementari al verde vivo, ma quantitativamente, i florovivaisti che si sono orientati verso le logiche del garden center sono ancora pochi.

Uno dei problemi fondamentali che causa questo lento sviluppo dell’apertura dei florovivaisti al grande pubblico dei consumatori è da individuare nella mancanza di una legge nazionale che disciplini in maniera chiara la possibilità di esercitare il commercio al dettaglio da parte dei florovivaisti. Il problema non è di semplice soluzione. Essi infatti sono legalmente considerati imprenditori agricoli e in quanto tali potrebbero vendere al dettaglio solo i frutti della loro produzione. E’ ovvio che il consumatore quando decide di ricavare un piccolo orto nel giardino di casa o anche semplicemente piantare dei fiori, non ha bisogno solo delle piantine di pomodori o di ciclamini, gli servono anche gli attrezzi, il terriccio, il fertilizzante e quant’altro occorre per lavorare la terra.

Questi prodotti, detti complementari, non potrebbero essere commercializzati dai florovivaisti se non in alcune Regioni, dove specifiche normative regionali autorizzano e regolamentano questa attività tanto importante per il grande pubblico degli amanti del verde. In particolare hanno provveduto a emanare una legge il Veneto, la Lombardia e l’Emilia Romagna. Quella vigente in Veneto è considerata dagli operatori come la migliore legge esistente finora, ma i problemi non mancano.

Il consumatore ha bisogno e vuole dei punti di riferimento precisi, strutturati e qualificati. I florovivaisti vogliono avere la possibilità di soddisfare tutte le esigenze e i desideri dei consumatori. Il convegno “La marcia del florovivaismo verso il garden center” vuole essere un momento di confronto e di dibattito per fare il punto su una situazione che deve trovare nella politica, nell’imprenditorialità e nella formazione manageriale risposte adeguate.

LA MARCIA DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL GARDEN CENTER

GIOVEDI’ 21 FEBBRAIO 2008
ore 14,30 – SALA 7 A
Flormart/Miflor – PadovaFiere
MODERATORE:

ARTURO CROCI. Giornalista, opinion leader e profondo esperto del settore florovivaistico.

RELATORI:

GIULIO BESCHI. Vicepresdiente di ASSOFLORO LOMBARDIA
FRANCESCO BET. Presidente di FLORVENETO
ALBERTO CODEGLIA. Direttore dell’Associazione Florovivaisti Bresciani
GIORGIO BARASSI. Direttore di GREENHOUSE ITALIA
ENZO GIOVINI. Fondatore e presidente di SOLGARDEN
FAUSTO DESTER. Titolare del DESTER GARDENS

Febbraio 2008

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

GREEN UP

GREENHOUSE ITALIA

FLORVENETO

ASSOCIAZIONE FLOROVIVAISTI BRESCIANI

DESTER GARDENS

FLORMART-MIFLOR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!