Bricoliamo.com

ARTURO CROCI, L’ARTEFICE DEI FLORUM

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Presentare Arturo Croci, ideatore e organizzatore, quest’anno insieme a Mara Verbena, dei Florum è impossibile e per certi versi anche inutile, basta andare su Google e cercarlo con nome e cognome. Vi troverete davanti a tantissime pagine che lo citano per le sue presenze a conferenze e convegni, per i premi che ha ricevuto, per i libri e gli articoli che ha scritto, per le citazioni di altri autori che si sono rifatti a lui per parlare di florovivaismo. Un diploma alla Scuola di Minoprio, una laurea in filosofia e quattro lingue parlate: ma soprattutto un punto di riferimento per tutti gli operatori del settore florovivaistico nazionale e internazionale.

Cinque Florum in più di vent’anni, non sono un pò pochi?

Il Florum è un evento speciale del florovivaismo italiano ed internazionale, che si svolge in momenti particolari, quando è necessario che gli operatori diano una svolta ed un impulso importante allo sviluppo della floricoltura e del vivaismo.

Che cosa hanno rappresentato i precedenti Florum?

La 1° edizione del Florum, si svolse al Grand Hotel del Mare di Bordighera, nel 1984 e fu organizzato per un motivo credo veramente particolare. In quegli anni facevo parte dell’Associazione dei giovani florovivaisti (GFA), che era molto dinamica e interveniva anche a livello europeo. La curiosità è che in quegli anni esisteva nel mercato del florovivaismo italiano un’associazione nazionale dei giovani, in assenza di un’associazione nazionale dei produttori, frammentati in tante associazioni regionali. Ebbene in quel primo Florum noi giovani tentammo di trovare una coesione nazionale tra i produttori, cioè i nostri padri professionali. Ci riuscimmo e da quel Florum nacque l’Unaflor, l’Unione Nazionale dei Produttori Florovivaisti. Una importante vittoria ma la GFA non venne presa in considerazione e non fu ammessa perché era e continua ad essere una associazione di tipo orizzontale (raggruppa i giovani del settore e non importa se sono produttori, commercianti o costruttori di serre o iscritti all’una o all’altra organizzazione professionale).In seguito l’Unaflor è stata chiusa ma la GFA continua a rappresentare i giovani florovivaisti italiani nella Communauté Europeenne des Jeunes de l’Horticulture (CEJH).

Anche gli altri Florum hanno riservato colpi di scena di questo genere?

Direi di no. Il secondo Florum si inserì nel momento di conflitto tra le fiere del settore e soprattutto tentò di comporre gli attriti esistenti tra Unaflor e l’organo nazionale di collegamento, chiedendo che stabilissero con precisione i propri ruoli onde evitare di proseguire sulla strada delle infruttuose sovrapposizioni. Fu poi la volta di discutere le piattaforme di mercato e infine, nell’edizione del 2004 a Mantova si parlò del riconoscimento del florovivaismo italiano in quanto comparto economico e da reddito. Fino ad allora il settore floricolo non era preso in considerazione dallo Stato italiano che si limitava all’agricoltura, all’orticoltura e alla frutticoltura. Fu proprio a seguito del Florum 2004 che nacque il tavolo di concertazione presso il Ministero dell’Agricoltura.

E’ soddisfatto di questa quinta edizione del Florum?

Molto soddisfatto. I temi affrontati in questo Florum ritengo siano fondamentali in un momento difficile per il florovivaismo italiano. Il messaggio che è uscito forte e chiaro è quello di smetterla con la politica suicida dei prezzi bassi e di iniziare a lavorare seriamente per valorizzare i nostri prodotti e per qualificare maggiormente gli operatori della produzione e della distribuzione. L’idea di Mara Verbena di istituire una forma di certificazione della qualità professionale dei fioristi a favore sia delle scelte dei consumatori, che di una netta distinzione dalla grande distribuzione, credo sia eccellente e importabile anche in altri ambiti, quali per esempio i garden.

Giugno 2008

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

FLORUM 2008: DEDICATO A FRANCO LOCATELLI

FLORUM 2008: L’ANALISI DI UNA CRISI

LA ROSA REPUBBLICA DI SAN MARINO

MARA VERBENA, UN FIOR DI MANAGER

FLORTECNICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!