Bricoliamo.com

Eventi e fiere

BRICODAY 2011: IL CONVEGNO-MOSTRA DELL’ANNO

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Un tempo oltre che di fiere o saloni specializzati esistevano anche le mostre-convegno, cioè manifestazioni fieristiche a tutti gli effetti ma con una spiccata e importante attività convegnistica. Oggi entrambe le formule segnano il passo e soffrono una crisi profonda, salvo alcune rare eccezioni, naturalmente. Il bricolage, come sappiamo, ormai da troppi anni non ha un appuntamento fieristico durante il quale confrontarsi, condividere e conoscere (confidiamo in questo senso nel neonato BricoGardenShow di Publifiere – vedi nella Rotta di navigazione) però, da quattro anni a questa parte, è nato e cresciuto in maniera molto significativa il BricoDay, ideato e organizzato dalla rivista BricoMagazine.

Un evento che nel corso delle tre edizioni precedenti ha fatto registrare una crescita di attenzione e di apprezzamento davvero straordinaria, basti pensare che dai 300 operatori che hanno assistito alla prima edizione del 2008, è passato agli 800 della terza edizione del 2010.

Quest’anno, il 29 settembre prossimo BricoDay aprirà la sua quarta edizione facendo un ulteriore salto di qualità. L’aspetto più evidente sta nel cambio del luogo in cui si svolgerà: abbandonato il Centro Congressi di Assago, il BricoDay 2011 si terrà nel Milano Convention Center, il centro congressi di Fiera Milano nell’area del cosiddetto Portello. Una location di grande prestigio e soprattutto molto ampia sia in termini di metratura che di capacità di accoglienza.

Cuore del BricoDay 2011 sarà, come sempre, il grande convegno animato dalle più importanti personalità del mondo del bricolage nazionale e in particolare della grande distribuzione specializzata del settore. Quest’anno il tema sarà, “Prospettive brico: visioni, format, proposte” e i relatori saranno: Paolo Alemagna, membro del board of directors di OBI ag – Germania e amministratore delegato ad interim di OBI Italia; Vincent Gentil, amministratore delegato di Leroy Merlin Italia; Cosimo Fadda, presidente del Consorzio BricoLife; Franco Fraschetti, presidente di Fraschetti Spa; Ivana Bellio, amministratore delegato di Eglo Italia; Paola Ziliani, professore associato dell’Università di Parma; Antonio Besana, direttore commerciale di GFK Retail and Technology Italia ed Enrico Finzi, presidente di Astra Ricerche. Un palco di altissimo prestigio e interesse.

A latere del convegno ci saranno, come l’anno scorso, una serie di seminari tematici che si terranno nel pomeriggio dopo il business lunch offerto da BricoMagazine e un intero padiglione espositivo dove una sessantina di aziende allestiranno altrettanti piccoli stand per catturare l’attenzione dei manager della distribuzione che interverranno all’evento. In sostanza un BricoDay sempre più grande e sempre più importante. Per toglierci qualche curiosità abbiamo posto due domande a Giulia Arrigoni, direttore di BricoMagazine, rivista organizzatrice dell’evento.

In soli quattro anni il BricoDay è diventato un punto di riferimento importante per la distribuzione moderna del settore. Quali sono gli ingredienti che ne hanno decretato il successo?

Il successo del BricoDay si deve ad un insieme di motivi. Innanzitutto si deve considerare che, alla sua prima edizione, non esisteva nessun appuntamento italiano dedicato al settore, data la mancanza di un momento fieristico sul territorio nazionale. Inoltre, e parliamo di solo 4 anni fa, mancavano anche completamente dati e informazioni sul settore. BricoDay ha colmato questo vuoto ed è soprattutto la sua formula ad averne decretato il successo: una giornata d’incontro e d’informazione sullo stato dell’arte del settore del bricolage, la cui centralità passa attraverso la moderna distribuzione. Aggiungerei l’innegabile qualità dei contenuti offerti: il BricoDay è stato il primo appuntamento ad ospitare GFK con il suo panel sul bricolage, Indicod con i suoi studi e il primo a realizzare una ricerca ad hoc sul consumatore dei centri bricolage. A questa sua vocazione – che quest’anno verrà reiterata con la collaborazione di Astra Ricerche – si aggiunge il fatto che, nei tre anni di vita, sul palco del BricoDay, sono passate le più importanti e rappresentative personalità della distribuzione della produzione del bricolage.

“Prospettive brico: visioni, format, proposte”, un titolo interessante. Come vi è venuto in mente?

Il comparto del bricolage sta attraversando molti cambiamenti, soprattutto in tema di distribuzione, e la distribuzione, come si sa, è in grado di influenzare enormemente anche gli scenari produttivi. In questo senso l’Italia si sta dimostrando piuttosto dinamica, rispetto ad altri Paesi europei, e non si possono escludere future soprese. Per questo abbiamo voluto proporre un tema, apparentemente banale, che però, nel nostro caso siamo certi potrà essere di grande interesse per il folto pubblico del BricoDay.

Un grande convegno e una piccola mostra. Che sia questa la formula vincente per il futuro, anzi per il presente? Non ci resta che ricordare la data, 29 settembre e il luogo, Milano Convention Center (Fiera Milano City). Bricoliamo ovviamente ci sarà per rendervi conto di quanto di interessante verrà detto.

Nella foto: Giulia Arrigoni, direttore della rivista BricoMagazine, durante il BricoDay 2010

Giugno 2011

Rotta di navigazione

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!