Search form

Irrigazione: Aquaflora risolve

IMG_0744
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

G.F., azienda tutta italiana specializzata in sistemi di irrigazione e non solo, dopo un lungo periodo di studio e di progettazione, arricchito da numerosi incontri di confronto con gruppi di consumatori che hanno manifestato le loro esigenze e i loro desideri, propone, da questo autunno 2013 un prodotto che dobbiamo certamente definire innovativo sotto tutti i punti di vista. Stiamo parlando di Aquaflora, un sistema di irrigazione a riserva d’acqua per piante in vaso, che consente di risolvere in maniera definitiva ed efficace l’indispensabile e costante innaffiatura della pianta.

Di soluzioni per garantire alle nostre piante in vaso il giusto apporto di acqua ne abbiamo viste tante, più o meno efficaci e spesso poco accettabili dal punto di vista estetico perché troppo invasive ed evidenti rispetto alla pianta. Aquaflora rappresenta in questo senso una reale innovazione perché garantisce un’irrigazione naturale della pianta e risulta essere praticamente invisibile. Vediamo nel dettaglio come G.F. sia riuscita a rendere possibile tutto ciò.

Aquaflora è sostanzialmente costituita da un serbatoio d’acqua da posizionare all’interno del vaso, sotto lo strato di terriccio e l’apparato radicale della pianta. La corda in materiale speciale, posizionata negli appositi fori del coperchio superiore, rilascia gradualmente per capillarità l’acqua assorbita nella quantità richiesta dalle radici della pianta. Il tubo collettore modulare inserito nel coperchio superiore è dotato di un piccolo imbuto nella parte finale per agevolare il riempimento del serbatoio ed è sezionato per permettere di scegliere la corretta altezza in base alle dimensioni del vaso.

Le caratteristiche di Aquaflora e la semplicità di installazione sono ben riassunte in questo filmato realizzato da G.F.

Molto importante è la versatilità di Aquaflora, infatti si tratta di un sistema di irrigazione che può essere utilizzato con vasi di diverse forme e dimensioni, sia da interno che da esterno: singolarmente per ogni tipo di vaso indipendentemente dalla forma, oppure in più moduli per fioriere rettangolari o vasi particolarmente grandi.

Il benessere della pianta è assicurato dalla “autoregolazione” che permette alla pianta stessa di assorbire solo la quantità d’acqua necessaria e dall’indicatore di livello che ci avverte della necessità di riempire il serbatoio.

Di Aquaflora ne esistono due modelli: Mini (di colore lilla), il cui serbatoio contiene 0,7 litri di acqua ed è adatto per vasi con un diametro di 25-35 centimetri. Per piante e vasi più grandi è consigliabile utilizzare la versione Maxi di Aquaflora (di colore verde), con un serbatoio da 1,4 litri e adatta per vasi dal diametro di 35-50 centimetri.

Aquaflora può essere utilizzata per le piante in vaso sia all’interno che all’esterno della casa, l’unica avvertenza riguarda i giorni più rigidi dell’inverno quando esiste il rischio del congelamento dell’acqua all’interno del serbatoio e il conseguente, e ovvio, non funzionamento del sistema di irrigazione. Ulteriori e approfondite informazioni le potrete trovare nel sito web (vedi nella Rotta di Navigazione) che G.F. ha dedicato specificamente ad Aquaflora.

Aprile 2014

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

 


Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495