Bricoliamo.com

BASTA GRAFFI ALLA CARROZZERIA

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

La segnalazione ci proviene dall’ufficio stampa di Tesa, celebre azienda produttrice, tra le altre cose, di nastri adesivi. Sulla base di numerosi studi internazionali è stato stabilito che ognuno di noi dedica circa 17.500 ore della sua vita ad occuparsi della propria auto. Si tratta di circa due anni di vita, giorno e notte. Tra i vari interventi cui dedichiamo il nostro tempo il più fastidioso è quello per porre rimedio ai possibili e, soprattutto per chi vive in una grande città, frequenti graffi alla carrozzeria. Una manovra di parcheggio frettolosa, una signorina distratta con la sua malefica fibbia della borsa, un idiota che non trova di meglio da fare che rigare le macchine nuove, un momento di sbadataggine quando si scende dall’auto e si apre la portiera contro quell’inutile palo cui non avevamo mai fatto caso: tutte queste sono solo alcune delle situazioni più tipiche che possono graffiare la carrozzeria della nostra auto e urtare sensibilmente il nostro sistema nervoso.

Per questo ci pare utile segnalare un particolare prodotto, proposto da Tesa nei negozi specializzati, nei colorifici e nelle migliori insegne della Grande Distribuzione, che si chiama Anti Scratch ed un nastro adesivo trasparente, ultra-sottile (poco meno di 0,4 millimetri di spessore), facile da usare e praticamente invisibile quando applicato sulla carrozzeria. Si tratta di applicare Anti Scratch, nella misura giusta, sulle parti di carrozzeria più esposte alla possibilità di essere graffiate.

Gli adesivi Anti Scratch sono disponibili in quattro formati: 15 x 2 cm per proteggere portiere e specchietti esterni; 24 x 5 cm per paraurti anteriore e posteriore; 15 x10 cm e 120 x 9,5 cm per uso universale adattabili, per esempio in corrispondenza delle serrature delle portiere o sui longheroni laterali sottoporta. Si possono applicare in modo facile, rapido e senza la formazione di bolle d’aria. Sono resistenti ai raggi UV e alle temperature estreme, ai detergenti chimici e a quelli utilizzati nei lavaggi ad alta pressione, non ingialliscono nel tempo e se la pellicola si graffia, si rimuove e si sostituisce con una nuova.

Un prodotto geniale per tante “seccature” in meno.

Maggio 2011

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!