Search form
A-mano-libera-mercato A cura di Giulia Arrigoni

Bricolage, uno spazio per creare

atelier-bricolage-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Qualche anno fa, durante una visita a Berlino, ho avuto modo di scoprire e conoscere Idee, una catena di negozi della società Creativmarkt GmbH (attualmente 40 punti vendita in Germania), interamente dedicata alle attività di “Arts&Craft”. Nella fattispecie il negozio visitato si trovava ad un passo dai famosi magazzini Kadewe in Kurfurstenstrasse: 1.600 mq di esposizione per 25 mila articoli in un contesto decisamente moderno e attraente per i consumatori.

Ma ciò che più mi colpì fu l’area dedicata ai laboratori, situati a vista, anzi messi direttamente in vetrina, sulla sinistra rispetto all’ingresso. In questo caso il messaggio era molto chiaro: “qui compri ma, soprattutto, qui puoi fare”, con un’attività dedicata ai corsi di “artigianato e cucito” quotidiana.

Più recentemente, ma sempre in linea, è la curiosa notizia di un vero e proprio “bar à bricolage”, dal nome “L’atelier du coin de la rue” aperto recentemente a Plateau Mont-Royal, uno dei quartieri più suggestivi della Città Vecchia di Montreal, in Canada. La giornalista Ismerie Anglade e la blogger Florence Goletti hanno dato vita ad un luogo dove potersi riunire per fare attività di artigianato e creatività; una sorta di laboratorio-boutique dove potersi recare, senza preavviso o prenotazione, per realizzare attività o creazioni proprie che necessitano di uno spazio che in casa manca, o semplicemente per passare del tempo con i kit, messi a diposizione da “L’atelier du coin de la rue”; i kit contengono progetti di facile esecuzione, venduti a prezzi compresi tra i 10 e i 15 euro.

Oltre a ciò L’atelier ha in programma diverse iniziative come workshop a tema e la presenza di opere di artisti di Montreal, vendute in loco. Il calendario dei workshop e la lista dei kit disponibili vengono pubblicate all’inizio di ogni mese, sulla pagina Facebook del negozio. Non solo, in collaborazione con altri partner, l’Atelier organizza Les Nuits Creatives Montreaileses. Le atmosfere di queste notti dedicate alla creatività ben si colgono in questo filmato.

I due esempi mi paiono interessanti perché, a differenza dei numerosi corsi dedicati al bricolage e proposti da retailer della distribuzione o da centri di formazione per il tempo libero (alcuni anche professionali), qui troviamo due elementi distintivi.

Il primo è quello della messa vetrina, della “messa in scena”, dove la presenza e la funzione del laboratorio diventano distintivi, importanti; insomma un valore aggiunto da enfatizzare per promuovere il traffico di un’utenza che, poi, finirà inevitabilmente per acquistare qualcosa.

Secondo, ma non per importanza, la libertà di poter accedere a questi spazi più o meno liberamente, compatibilmente con i posti a disposizione e l’apertura degli esercizi, per svolgere attività creativa e di bricolage. Spesso nelle nostre case lo spazio scarseggia e non tutti possono utilizzare il garage. Ecco che questi luoghi possono diventare un crocevia di appassionati/forzati che, non ultimo, fanno comunità. E su questo, tutti gli uffici marketing di aziende  che usano i social, possono facilmente immaginare come poter sfruttare l’opportunità.

E ora spazio alle mie consuete news dal mondo brico.

breaking news 1: Dall’11 al 12 giugno 2015 si terrà a Londa il 3° Global DIY Summit organizzato da EDRA e Fedyma. Negli ultimi giorni del 2014 è stato reso noto il programma. I temi sono “il negozio del futuro”, “Big data” e “DIY Innovation 4.0”. Temi d’indiscusso interesse dai quali ci attendiamo analisi e spunti per ulteriori riflessioni su come impostare il futuro. Ampia e blasonata anche la platea dei relatori che però, a mio modesto parere, sa già di visto e rivisto. Forse sarebbe ora di osare di più. In questo senso la novità è nella seconda giornata alle 12.40, con la presenza di  Hiromasa Tsuchiya, presidente e CEO di Cainz CO Ltd, e l’intervento “Alla scoperta del mercato giapponese DIY”

breaking news 2: “Big Data” è stato anche, insieme a “omnichannel” il tema principe del recentissimo NRF, National Retail Federation che si tiene ogni anno a New York. Tema importante che può determinare in modo importante le strategie commerciali di un retail: la possibilità consentita dalle nuove tecnologie di recuperare una enorme quantità di dati non è scevra dal problema, non di poco conto, di cosa farci, poi, di questi dati, di come stoccarli, trattarli e, soprattutto, integrarli tra loro.

Gennaio 2015

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495