Coltivare il prezzemolo

Il prezzemolo è una pianta biennale originaria del mediterraneo dove cresce spontaneamente. Per offrire il suo meglio necessita di terreni fertili e ben drenati, per questo è bene prima della semina, lavorare a fondo il terreno, soprattutto se particolarmente compatto e concimarlo. Il prezzemolo può essere coltivato sia in pieno sole che in mezzombra.

Se il prezzemolo viene seminato in vaso, si può procedere all’inizio della primavera, avendo cura di mantenere la terra ben umida e a una temperatura di 18°. In questo modo in una quindicina di giorni vedrete già i primi germogli, se la temperatura è inferiore la crescita sarà più lenta. Nel caso si voglia invece seminare direttamente nell’orto bisognerà aspettare la fine di marzo, o comunque quando si è certi che la temperatura ambiente non scenderà più sotto i 7°.

Dopo circa un paio di mesi dalla semina si può iniziare i primi tagli avendo cura di lasciare sempre qualche centimetro di fusto, in modo che possa ricrescere consentendo altri raccolti. Il prezzemolo cresce molto velocemente e quindi permette diversi tagli nel corso dell’anno. Proprio per la sua forte crescita sarà necessario sfoltirlo saltuariamente lasciando una ventina di centimetri da un cespo e l’altro.

Il prezzemolo deve essere consumato fresco. Ciò che non riuscirete ad utilizzare fresco surgelatelo, sia in foglie intere oppure già tritato. Non essiccatelo perché perderebbe tutto il suo profumo.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!