Bricoliamo.com

Le principali varietà di Gerani

gerani
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Abbiamo già raccontato in un precedente articolo come quelli che normalmente chiamiamo Gerani in realtà sono Pelagornium, tuttavia la dizione Geranio è talmente diffusa per identificare il “Re dell’estate” che abbiamo deciso di perseverare nell’errore.

 
Quello che ci interessa invece sottolineare è la grande varietà che questo fiore ci offre. Tenete conto che le varietà di Gerani disponibili in Europa rappresentano solo una piccola panoramica della biodiversità esistente a livello mondiale. Ad oggi sono presenti in natura più di 1000 varietà di Geranio, di queste circa 280 sono specie selvatiche. Solo in Sud Africa, la casa originaria del Pelargonium, crescono più di 250 varietà.

 
Se visitate un vivaio specializzato riscontrerete con i vostri occhi la straordinaria abbondanza di varietà che si esprimono nelle forme e nei colori. Rosso e bianco, rosa e fucsia, viola e lavanda, albicocca, arancio e giallo: queste sono solo alcune delle nuances esistenti, a cui si aggiungono anche vivaci tonalità bicolor.

E poi Gerani verticali o ricadenti, alti o bassi, varietà profumate e quelli con foglie variegate e ancora le cosiddette varietà interspecifiche, cioè, per esempio, gli incroci tra i Gerani Edera e quelli Zonale, che sono diventate sempre più popolari negli ultimi anni.
Le specie disponibili in Europa possono essere divise in diversi gruppi, ciascuno dei quali comprende a sua volta numerose varietà. Di seguito vi elenchiamo, grazie all’aiuto della Pelargonium for Europe (PfE), le più popolari.

Geranio Zonale: sviluppo verticale

E’ la tipologia più comune di Geranio. Chiamato Zonale per la caratteristica presenza di un’area dalla tonalità più scura, simile ad un cuore, nella parte centrale delle foglie. Si tratta di arbusti dal portamento eretto e articolati in numerosi steli carnosi sui quali si trovano foglie dalla forma tondeggiante.

Esistono in molte varianti: piccoli e compatti, oppure varietà più folte e cespugliose. I fiori possono essere singoli o doppi e sono caratterizzati da uno spettro amplissimo di sfumature di colore.

Grazie alle sue fioriture abbondanti, che appaiono costanti durante tutta l’estate, il Pelargonium Zonale è estremamente adatto per essere piantato in fioriere su balconi e terrazze, ma può essere anche sistemato a terra, per decorare le aiuole di giardini e parchi.

Geranio Edera: movimento a cascata

Diversamente dai Gerani Zonali, il Geranio Edera o “Pelargonium Peltatum” presenta foglie cerose e lucide e steli esili. Si tratta di una varietà molto popolare, grazie al loro modello di crescita a cascata, con viticci che raggiungono fino a 1,50 metri di lunghezza, che li rende perfetti per cesti, vasi o fioriere da balcone.

Mentre i Gerani Verticali richiedono una potatura regolare, da praticare a mano, le varietà a cascata sono spesso autopulenti: in quanto i fiori secchi cadono spontaneamente dai gambi, senza necessità di intervento. Ciò li rende particolarmente adatti per chi ama ostentare fioriture molto abbondanti, ma senza il pensiero di dover spendere tempo nella cura.

Geranio Interspecifico: incontro tra specie

Gerani Interspecifici oppure Ibridi sono un incrocio tra il Geranio Edera e il Geranio Zonale, un innesto che nasce dunque tra piante con crescita verticale e piante con il tipico fogliame dell’edera, ovvero a cascata.

Queste nuove tipologie di piante hanno acquistato popolarità negli ultimi anni grazie alle caratteristiche positive che ereditano dai Gerani Zonale e Edera: fioriscono abbondantemente, sono forti e resistenti agli agenti atmosferici ed estremamente versatili. Possono essere piantati in vasi e fioriere da balcone, ma anche a terra all’interno di aiuole.

Gerani a Foglia Variegata: effetto assicurato

I Gerani a Foglia Variegata si distinguono principalmente per il colore molto marcato delle loro foglie: luminose e screziate variano dal verde e giallo al marrone, sino al bianco. Molti Gerani di questa varietà hanno inoltre fiori discreti e non appariscenti come quelli di altre tipologie.

Per i caratteristici colori e disegni delle loro foglie, si abbinano molto bene con le fioriture più rigogliose dei Gerani Edera o di altri fiori estivi.

Geranio Regale: Regina di Bellezza

Il Geranio Regale è anche conosciuto come “Pelargonium Grandiflorum”. Una pianta, è insito anche nel nome stesso, caratterizzata da fiori molto grandi e intensamente colorati, spesso caratterizzati da una parte centrale più scura. Mentre le foglie verdi sono lobate e leggermente vellutate.

Contrariamente al Geranio Peltatum, ai Gerani Zonali e ad altri Gerani, questa specie non fiorisce in estate, ma ad inizio primavera.

Il Geranio Regale può essere piantato all’aperto, ma essendo abbastanza sensibile, richiede sempre una collocazione che lo mantenga protetto dalla pioggia e dal vento. Sistemati in un luogo soleggiato e fresco della casa rappresentano una tradizione che ha origini nel XVII secolo quando in Inghilterra venivano coltivati come pianta d’appartamento

Geranio Angel: rubacuori bicolore

Il Geranio Angel o “Pelargonium Crispum” è una pianta che, nonostante le sue dimensioni ridotte (20-30 centimetri), risulta molto attraente, al pari del Geranio Regale, grazie alle sue fioriture estremamente abbondanti e ai bellissimi fiori bicolor rosa o violetto impreziositi da una macchia centrale più scura.
Perfetta la sistemazione sul balcone e, come altre varietà di Geranio, in casa durante l’inverno, in una posizione soleggiata e fresca.

Geranio Odoroso: versatile e funzionale

Negli ultimi anni, il Geranio Odoroso è diventato via via sempre più popolare. Questa tipologia di pianta non ha fioriture importanti come le altre specie, presenta tuttavia foglie particolari e di una bellezza unica: variegate nei colori, profumate e vellutate al tatto.

È proprio toccando le foglie che si avverte immediatamente una ventata di profumo: lillà, rosa o pesca, limone, arancia o menta e persino cola, cocco e cioccolato. Le profumazioni variano in funzione della composizione chimica degli oli essenziali prodotti nelle foglie della pianta, oli che in natura servono a proteggere la pianta contro gli insetti. Ecco perché un Geranio Odoroso sistemato sul davanzale di una finestra rappresenta un perfetto schermo anti zanzara.

Questa tipologia di Geranio trova spazio anche in cucina: i suoi fiori e le sue foglie sono infatti edibili e si possono combinare a piatti di carne, ad insalate e ai dolci.

Inoltre, una volta lasciati essiccare con le loro foglie, questi fiori possono essere utilizzati per preparare una miscela profumata per pout-pourris o sacchettini.

Ogni specie ha una forma diversa, le più comuni sono a tre o a cinque lobi, altre sono palmate, altre ancora dalla forma così particolare da sembrare di pizzo.

Crescono non solo in ambienti interni, ma anche in esterni, come balconi o terrazzi, e la pianta fiorisce dalla primavera all’autunno e va in riposo vegetativo durante l’inverno. Crescono vigorosamente, pertanto hanno bisogno di vasi ampi e di annaffiature frequenti.

 

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!