La lotta alle zanzare

Con l’arrivo della stagione calda arriva anche l’insetto più fastidioso per l’uomo e pericoloso per gli amici cani: si tratta ovviamente della zanzara.

Il ciclo di vita di una zanzara è composto da due fasi specifiche: la fase acquatica (stadio di larva e pupa), che dura circa una settimana, e la fase aerea, durante la quale la zanzara, ormai adulta si occupa fondamentalmente di procacciarsi il nutrimento necessario per lo sviluppo delle sue uova, cioè il sangue, sia esso umano o animale. Per questo motivo l’insidia è costituita solo dalle zanzare femmina. I maschi sono esclusivamente vegetariani e si nutrono di sostanza zuccherine che trovano in natura.

Le zanzare femmina dopo essersi procurate il sangue necessario e completato lo sviluppo delle uova, le va a deporre (circa un centinaio ogni volta) su una superficie d’acqua. Dalla schiusa delle uova si formeranno le larve, che poi diventeranno pupe e infine zanzare adulte. Ogni femmina può deporre più volte nell’arco della sua vita.

Per una lotta efficace alle zanzare il momento più importante è quello della prevenzione che, sostanzialmente deve essere orientata all’eliminazione del problema sin dalla fase acquatica, prima che l’insetto diventi adulto e prima che possa deporre le uova. In questo senso bisogna tenere conto che spesso le zanzare che più ci infastidiscono sono proprio quelle nate in prossimità della nostra casa, per esempio nel nostro giardino. Le uova deposte in stagni o aree palustri lontane dai centri abitati sono infatti normalmente preda di insetti, pesci e uccelli, i quali esercitano un controllo naturale contro la proliferazione della zanzara.

Ecco quindi a qualche suggerimento importante:

  • i contenitori d’acqua che lasciate all’aperto devono sempre essere ben chiusi;
  • svuotate completamente la piscina se pensate di non usarla;
  • mettete negli stagni e nelle fontane del vostro giardino pesci o altri animali acquatici che provvederanno ad eliminare completamente le larve;
  • non scacciate dal vostro giardino uccelli, libellule, pipistrelli e anfibi (rane e ranocchi) perché sono grandi predatori di zanzare sia allo stato larvale che adulto;
  • svuotate settimanalmente i sottovasi delle vostre piante
  • mettete un semplice filo di rame nei sottovaso. Al contatto con l’acqua il rame libera ioni attivi che riducono la fertilità delle zanzare femmine e uccidono le larve (mettete i fili di rame nei sottovasi già dall’inizio della primavera perché il processo necessita di 4/5 mesi per raggiungere la massima efficacia).

Se abitate in una zona con un’alta concentrazione di zanzare potrà essere opportuno trattare con prodotti chimici specifici (li potete acquistare nei garden center e nei consorzi agricoli) e utilizzando pompe a spruzzo a spalla o a mano, le zone dove le zanzare vanno a posarsi come siepi, prati e alberi avendo cura di trattare sotto i due metri d’altezza per evitare di colpire altri insetti che possono essere utili. Le zanzare fanno solo brevi voli di alcuni metri volando molto basse e si alzano solo per superare dalle barrire o risalire dei muri, nel caso di una siepe se non è fitta ci passano attraverso in quanto solo vicino alle case le zanzare salgono lungo le pareti.

Naturalmente una buona prevenzione può contenere i problemi legati alla presenza delle zanzare riducendole sensibilmente di numero, non può evidentemente debellarle completamente. Per difendersi dalle zanzare femmine adulte a caccia di sangue umano e animale (non dimentichiamo che anche il nostro cane deve essere protetto) esistono vari modi.

Il sistema migliore per proteggere la casa è certamente quello di applicare le zanzariere alle finestre, in alternativa sono molto efficaci gli elettroemanatori, cioè i fornelletti da collegare alla rete elettrica, dotati di una particolare piastrina o di un liquido contenenti sostanze chimiche in grado di uccidere le zanzare. Per non incorrere in problemi è sempre necessario tenere le finestre aperte durante il funzionamento del fornelletto che deve essere attivato solo quando è realmente necessario, normalmente all’imbrunire. I repellenti a ultrasuoni, anch’essi da collegare alla rete elettrica, sono innocui per l’uomo però non danno gli stessi risultati di efficacia dei fornelletti. Le bombolette spray infine sono certamente efficaci se spruzzate nella stanza chiusa in modo da consentire al principio attivo dell’insetticida di saturarla uccidendo tutti gli insetti presenti. Prima di soggiornare nella stessa stanza è assolutamente necessario aprire le finestre e arieggiarla con cura.

Se ci vogliamo proteggere durante una cena in giardino o sul terrazzo l’unico modo efficace è il tradizionale zampirone. Uno zampirone copre generalmente un’area che va dai 2 ai 4 metri quadrati. Non deve mai essere utilizzato in luoghi chiusi perché il materiale inerte che brucia insieme all’insetticida sviluppa funi tossici per l’uomo. Non altrettanto efficaci, in esterno, sono le candele o i ceri alla citronella.

Infine, per difendere direttamente la propria persona esistono in commercio i repellenti chimici da spalmare direttamente sulla pelle. Possono essere in stick o spray, sono in genere molto efficaci ma devono essere utilizzati seguendo alcune precauzioni: non si devono mai usare in ambienti chiusi e soprattutto non bisogna esagerare ripetendo più applicazioni nella stessa serata: una sola applicazione vi protegge dalle zanzare per tre o quattro ore. Non devono essere usati su bambini con età inferiore ai tre anni. In alternativa ci si può orientare verso i repellenti naturali all’essenza di eucaliptolo, o di citronella o di basilico: anch’essi si applicano direttamente sulla pelle ma non offrono la stessa efficacia dei repellenti chimici.

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!