Bricoliamo.com

Coltivare il geranio

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Il geranio è l’indubbio protagonista di balconi e terrazzi, soprattutto nelle regioni del nord Italia, appena la primavera comincia a far sentire il suo tepore. Esso infatti privilegia le posizioni soleggiate ed è in grado di sopportare agevolmente anche le più calde temperature estive. Ama il terriccio torboso e per ottenere il massimo in termini di fioritura si consiglia di provvedere al nutrimento della pianta con un buon fertilizzante specifico (per la giusta dose affidatevi a ciò che troverete stampato sulla confezione del fertilizzante che avrete scelto).

CLABER-300x250_goccia01

Le innaffiature, che in primavera si possono limitare a due o tre volte a settimana (dipende dalla zona e dalla temperatura), in estate è bene che siano quotidiane, avendo però l’accortezza di non esagerare, per evitare eventuali e possibili marcescenze delle radici, ed evitando di bagnare le foglie.

Durante l’inverno, quando il geranio deve essere riparato in casa, o comunque in un ambiente con una temperatura non inferiore ai 10° si procede all’innaffiatura ogni due settimane o comunque quando ci si rende conto che il terriccio è completamente asciutto. Poco acqua in inverno per consentire alla pianta il giusto riposo vegetativo.

Quando i fiori cominciano a seccare è bene rimuoverli tagliando fino alla base del rametto che sorregge il fiore stesso. Lo stesso deve essere fatto con le foglie eventualmente secche. Questa procedura permette alla pianta la continua e migliore rifioritura.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!