Coltivare la dipladenia

La sua vera natura è quella della pianta rampicante, però sempre più spesso la vediamo sui balconi e terrazzi, soprattutto in città, con la chioma che tende verso il basso. Il motivo? E’ una pianta molto resistente al caldo estivo e sopporta la nostra assenza durante le vacanze senza regolari annaffiature. In compenso però non sopporta il freddo e quindi in inverno (quando la temperatura scende sotto lo zero), durante la sua pausa vegetativa, deve essere riparata all’interno della casa, possibilmente di fronte a una finestra.

La dipladenia ama un terreno ben drenato e ricco di materia organica. Gradisce le zone molto illuminate, anche i raggi diretti del sole. Quando viene posizionata in zone ombreggiate limita la produzione di fiori a favore delle foglie, contrariamente al suo costume abituale che ci vuole offrire una fioritura continua e molto ricca a partire dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate.

Ogni due anni è bene procedere al rinvaso.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!