Search form

Verniciare un cancello in ferro

verniciare-metallo-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Il passare del tempo e le condizioni atmosferiche portano inevitabilmente alla perdita di brillantezza della finitura dei nostri manufatti in ferro esterni alla casa: cancelli, ringhiere, recinzioni, ecc. Quando poi cominciano a manifestarsi i primi punti di ruggine, l’intervento che avevamo rimandato diventa urgente. La prima cosa da fare è pulire con cura la superficie, rimuovendo sporco e polvere. Per quanto riguarda le formazioni di ruggine ciò che dobbiamo fare dipende dal prodotto che vorremo scegliere per il trattamento.

Se vogliamo procedere in modo tradizionale, cioè con l’applicazione di un antiruggine prima e dello smalto poi, sarà necessario armarsi di pazienza e rimuovere interamente lo strato di ruggine aiutandosi con della carta vetrata, o meglio con una levigatrice o almeno un platorello (con spazzola in metallo o disco di carta vetrata) installato sul trapano. Per quanto riguarda la scelta dell’antiruggine chiedete consiglio al vostro colorificio di fiducia. Non orientatevi verso il vecchio minio, esistono oggi antiruggine specifici che devono essere scelti sulla base dello smalto che si intende usare per la finitura e della destinazione del manufatto verniciato (in esterno, interno, in una zona molto calda o molto fredda, ecc.).

Chi vuole fare un passo avanti può orientarsi verso i convertitori di ruggine che possono essere applicati senza rimuovere lo strato di ruggine. La loro particolarità è quella di convertire chimicamente lo strato di ruggine in una pellicola molto dura e resistente, sovraverniciabile a smalto.

Infine, considerando che Bricoliamo è sempre orientato alle soluzioni tecnologiche più innovative, noi abbiamo scelto per realizzare il nostro filmato lo smalto antiruggine Alkyton, prodotto dalla Dupli Color. Si tratta di un vero e proprio smalto, disponibile in diversi colori, che però può essere applicato direttamente sullo strato di ruggine. Ciò significa che, con una sola mano di smalto si risolvono tutti i problemi: ruggine, finitura, resistenza, aspetto estetico, ecc. … Quando si dice che la tecnologia aumenta la qualità della vita. Comunque per maggiori e più dettagliate informazioni su Alkyton vi rimandiamo all’articolo che gli abbiamo dedicato e che trovate nella Rotta di Navigazione.

La modalità di applicazione dello smalto antiruggine Alkyton è molto semplice e può essere eseguita a pennello, a rullo o con pistola a spruzzo. Il nostro filmato è stato realizzato in primavera avanzata e quindi abbiamo utilizzato lo smalto senza aggiungere solvente, ma semplicemente mischiandolo molto bene una volta aperta la latta. Nel caso di utilizzo con basse temperature sarà consigliabile diluire lo smalto con una piccola dose di solvente, fino a un massimo del 10%.

Dopo 8 ore Alkyton sarà perfettamente asciutto al tatto e dopo 16 sarà pronto per la seconda mano, sembra che la si ritenga necessaria, perché si tratta di uno smalto con un forte potere coprente e con un’azione anticorrosiva permanente già con la sola prima mano.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 


Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495