Search form
La-stanza-di-desy-decorazione-creatività A cura di Desirée Duca

Palla di neve natalizia

pallaneve-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Questa idea è perfetta se avete da smaltire avanzi dal presepe e bicchieri a calice spaiati.

Per quanto mi riguarda ho utilizzato un bicchiere da brandy che mi è stato dato in omaggio. Probabilmente la signorina del supermercato ha pensato che da neo mamma e lavoratrice al tempo stesso, quale sono, un goccetto ogni tanto mi avrebbe fatto bene, soprattutto durante le notti insonni, ma non bevendo assolutamente brandy ho preferito inventarmi un modo per riciclarlo prontamente: una bella palla di vetro natalizia.

Procediamo con ordine: ecco quello che ho utilizzato.

Occorrente:

  • bicchiere a calice
  • alberelli da presepe
  • neve finta da presepe
  • brillantini e/o sferette brillantinate di polistirolo (si trovano tra le decorazioni natalizie)
  • cartoncino
  • candela
  • finto pizzo in plastica gommata (lo recuperate in qualunque brico)
  • colla forte
  • forbici, tronchesino, matita
  • setaccio, ciotola

Prendiamo il nostro bicchiere, capovolgiamolo sul cartoncino e tracciamo il contorno della bocca. Ritagliamo il dischetto e mettiamo da parte il bicchiere.

Prendiamo gli alberelli da presepe. Io ho scelto gli alberelli perché adoro la neve sui pinetti, ma nulla vi vieta di usare ciò che più vi piace, come un Babbo Natale o  una statuetta del presepe. Unico accorgimento: vi consiglio di usare cose leggere in plastica così da assicurarvi che il cartoncino le regga senza problemi mentre scuoterete la palla di neve.

Per dare un tocco in più ho deciso di accorciare uno dei due pinetti, quindi ho tagliato con il tronchesino il secondo pinetto all’altezza desiderata lasciando un mezzo centimetro di tronco per poterlo riattaccare alla base di sughero.

Con le forbici ho scavato un buco nel sughero e infilato il nuovo pinetto, ho fissato il tutto con la colla forte e lasciato asciugare.

A questo punto prendiamo i nostri pinetti, o la statuina scelta, e incolliamoli al dischetto di cartoncino; aggiungete tutti i particolari che vi aggradano senza dimenticare di lasciare sempre mezzo centimetro dal bordo del dischetto.

Ora prendiamo la neve finta. In commercio se ne trova di diverse consistenze e granature, l’ideale è quella fine tipo polvere. Nel mio caso ne avevo una busta in granuli avanzata dall’allestimento del presepe, quindi ho preferito schiacciare i granuli con le mani e ricavarne una polverina. Passandola poi al setaccio ho separato i granuli più grossi dalla polverina ottenendo così quella fine.

Mi raccomando per fare questa operazione utilizzate una mascherina o un fazzoletto su naso e bocca, la polvere è molto sottile e leggera, si inala facilmente e può dare fastidio.

Prendiamo il nostro bicchiere e mettiamo una manciatina di neve polverizzata all’interno. Roteando il bicchiere la neve polverizzata sporcherà un po’ le pareti dando l’effetto opaco come se nevicasse; ora aggiungiamo altra neve, qualche sbrilluccichino (è così che il mio bambino chiama i brillantini) e qualche pallina argentata. Fatto questo appoggiate il dischetto di cartone sul bicchiere con gli alberelli verso l’interno del calice e, tenendolo ben saldo con le dita, capovolgete il bicchiere, così da avere un idea del risultato finale e decidere se va aggiustata la quantità di neve al suo interno.

Una volta soddisfatti del risultato mettiamo la colla forte sul bordo del calice, incolliamo il cartoncino e lasciamo agire per qualche secondo.

Capovolgiamo la nostra palla e passiamo a decorare il piedistallo.

La mia idea è quella di poterlo usare come porta candela-centrotavola, quindi ho aggiunto un pezzetto di finto pizzo gommato tagliato su misura e fissandolo con un punto di colla.

Prendete una candela che non abbia bisogno di sostegno e poggiatela sul piedistallo, inizialmente avevo pensato di aggiungere un bordino bianco di carta  sulla candela, ma l’immagine della mia tavola natalizia che prende fuoco per colpa del mio centrotavola mi ha decisamente fatto cambiare idea. La candela consumandosi avrebbe portato inevitabilmente la fiamma a contatto con il mio grazioso bordino. Meglio di no.

A questo punto se avete altri bicchieri, anche di forme e altezze differenti, potete replicare il lavoro così da creare uno stupendo e decisamente originale centro tavola in cui perdersi guardando ogni piccolo micromondo natalizio.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495