La-stanza-di-desy-decorazione-creatività
Bricoliamo.com

La stanza di Desy

Il coniglietto in pannolenci

pannolenci
Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Irene Urru

A cura di Irene Urru

Quella che vi propongo è un’idea su come realizzare facilmente un pupazzetto, nel mio caso un coniglietto, per far felici i bambini o per affrontare in maniera creativa le festività. Il coniglietto ci fa venire in mente la Pasqua, ma cambiando soggetto si può affrontare qualsiasi festività: Natale, San valentino o un compleanno: la procedura e le fasi di lavorazione sono sempre le stesse.

I materiali che ho usato per realizzare il coniglietto sono:

  • pannolenci di due colori (bianco e azzurro);
  • filo di cotone bianco per cucire i bordi del coniglietto;
  • filo di cotone nero per gli occhi;
  • filo di cotone beige per il naso;
  • filo elasticizzato bianco per i baffi;
  • lana gialla per la coda/pon pon;
  • colla a caldo.

Come prima cosa si deve disegnare la sagoma del personaggio da realizzare su un foglio di carta. Una volta ritagliata la si appoggia sul pannolenci e si ritagliano quattro forme uguali, nel mio caso due bianche e due azzurre.

Ho tenuto le forme bianche all’esterno e le azzurre all’interno e con il filo di cotone bianco ho cucito con cura i bordi del coniglietto: le orecchie le ho tenute divise.

A questo punto si passa ai particolari, segnando i punti in cui realizzare gli occhi e il naso, per i quali ho utilizzato, nell’ordine, il filo di cotone nero e quello beige. Per i baffi ho usato il filo elasticizzato bianco, facendolo passare da parte a parte e facendo un piccolo nodo, prima su un lato e poi sull’altro.

Tocco finale il pon pon da incollare dove sapete per creare la coda del nostro coniglietto.

COME FARE IL PON PON

Veniamo ora alla parte forse più laboriosa, cioè quella che riguarda la coda del coniglietto, che altri non è se non un pon pon di lana giallo.

Navigando in rete troverete molte tecniche per realizzare un pon pon, le più diffuse prevedono l’uso di una forchetta, attorcigliando man mano il filo di lana tra i denti della stessa, oppure gli appositi dischi, venduti normalmente in merceria, che servono proprio per fare i pon pon e sui quali si deve attorcigliare il filo di lana più e più volte.

Quelle che ho citato, come altre che probabilmente potrete trovare, sono tecniche efficacissime ma molto laboriose e che richiedono un bel po’ di tempo. Come avete visto nel filmato io preferisco “andare all’antica”, avvolgendo intorno a due dita il filo di lana: più si avvolge e più grande sarà il pon pon.

Quando si arriva alla grandezza desiderata si sfila delicatamente la matassina che si è creata e la si stringe al centro annodando un pezzetto di lana. A questo punto basta tagliare le estremità dei due anelli e ravvivare i fili di lana fino a raggiungere la giusta rotondità del pon pon. In ultimo, con un paio di forbici, si regolano i fili di lana rendendo il pon pon perfettamente rotondo.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!