Search form
La-stanza-di-desy-decorazione-creatività A cura di Desirée Duca

Il cestino al profumo di autunno

cesto-autunno-a
Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

L’autunno ci regala sempre dei colori meravigliosi che uniti ai profumi della stagione creano un’emulsione unica.

Per unire in un unico progetto i colori e i profumi dell’autunno ho pensato ad una composizione adatta sia come centro tavola, che come decorazione della casa. Si tratta di un cestino, un cestino al profumo di autunno e per realizzarlo ho utilizzato esclusivamente i prodotti che la natura ci offre in questo periodo. In particolare ho utilizzato quello che il mio giardino mi ha gentilmente regalato, lo stesso potrete fare voi: chiedete allo spazio verde che normalmente frequentate e vedrete quali sorprese vi potrà riservare. Ma procediamo con ordine alle fasi che ho seguito per realizzare il mio cestino al profumo di autunno.

Occorrente:

  • Foglie secche colorate ben asciugate
  • Ciotola (oppure un palloncino, da gonfiare della misura desiderata)
  • Pellicola trasparente
  • Colla vinilica
  • Pennello
  • Forbici
  • Bicchiere per la colla.

Occorrente per la composizione:

  • Una candela grossa
  • Lavanda fresca
  • Peperoncini freschi
  • Galbuli di cipresso
  • 2 mandarini molto maturi ( o arancia)

Scegliamo delle belle foglie variopinte di diverse dimensioni, meglio se non ancora completamente secche, ma appena cadute dall’albero in modo che conservino ancora i colori accesi.

Laviamole delicatamente togliendo gli eventuali residui di terra e asciughiamole molto bene tamponandole con della carta assorbente.

Prendiamo ora la ciotola, che usiamo come stampo. Capovolgiamola sul tavolo da lavoro e ricopriamola con la pellicola trasparente foderandola bene.

Con la colla vinilica e l’aggiunta di pochissima acqua, quel tanto che la fluidifichi a sufficienza, spennelliamo la pellicola e cominciamo a disporre le foglie più grandi. Ogni volta che disponiamo una foglia la ricopriamo di colla vinilica prima di sovrapporre la successiva. Ripetiamo l’operazione con le altre foglie alternando i vari colori e dimensioni, finché l’intera ciotola ne è ricoperta.

Possiamo fare più di uno strato e ricoprire man mano ogni foglia, ma impiegherà molto più tempo ad asciugarsi.

Una volta ricoperta tutta la superficie mettiamo la ciotola ad asciugare. Consiglio di utilizzare un supporto per sollevare la ciotola dal piano così da non piegare le punte delle foglie.

Ci vorranno un paio di giorni perché si asciughi del tutto la colla, ma dopo 12 ore circa potete modellare a mani nude la forma in caso siano rimaste delle foglie rialzate.

Una volta asciutta la colla potete sfilare la pellicola con le foglie dalla ciotola. Come noterete sarà elastica e con la pellicola sarà più resistente, ma fate comunque attenzione a non strappare le foglie nell’operazione.

Parentesi: le stesse operazioni possono essere fatte gonfiando un palloncino e usandolo come stampo per le foglie. Una volta asciutte basta far scoppiare il palloncino.

Capovolgetela e controllate che si sia asciugata la colla anche tra le foglie e la pellicola. In caso fosse ancora bianca lasciatela riposare finché non sia asciutta del tutto.

Rifiniamo con le forbici la pellicola in eccesso, seguendo il contorno delle foglie e buttiamo le eccedenze.

Ho deciso di mantenere come fodera interna del cestino la pellicola per due ragioni: la pellicola trasparente ci consentirà di avere uno strato protettivo all’interno del nostro cestino di foglie. Quando il consumo della candela porterà inevitabilmente allo scioglimento della cera sul fondo del cestino, se lo avremo foderato con la pellicola sarà assai più facile rimuovere i residui di cera e avere sempre il cestino come nuovo. Il secondo motivo riguarda invece la migliore impermeabilizzazione della nostra ciotola, consentendoci così, per esempio, di mettere al suo interno un filo d’acqua e un bellissimo fiore galleggiante.

Ora passiamo alla composizione profumi d’autunno. Ciò che la natura ci offre è la miglior cosa da utilizzare per questa composizione; ho fatto un giro in giardino e nei dintorni e ho raccolto qualche bacca e fiore profumato.

Iniziamo mettendo al centro della ciotola la candela,  prendiamo uno dei due mandarini, sbucciamolo in pezzettini e mischiamolo a due belle manciate di galbuli di cipresso. Sia la buccia degli agrumi che i galbuli sono ricchi di oli essenziali che donano un gradevole profumo alla composizione.

Ricaviamo dall’altro mandarino una spirale con la buccia e lo disponiamo attorno alla candela. Aggiungiamo il mazzetto di lavanda con gli ultimi fiori di stagione, per dare una nota di freschezza, e gli ultimi peperoncini troppo annacquati per essere buoni da mangiare, ma molto belli da usare per decorare.

Quando accenderete la candela essa scalderà la composizione e i galbuli emaneranno un leggero profumo molto gradevole.

 

ROTTA DI NAVIGAZIONE:


Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!

© 2005 - 2016

Testata giornalistica iscritta al n.1/14 Registro Stampa del Tribunale di Pavia con provv. del Presidente del Tribunale 21 luglio 2014. - Dir. Resp. Mauro Milani
SAGA sas P.I.0142366495