La-stanza-di-desy-decorazione-creatività
Bricoliamo.com

Decoupage sulle uova di Pasqua

Lo scambio di uova come regalo propiziatorio nel periodo di primavera risale addirittura al tempo degli Egizi e dei Persiani.  Nella cultura italiana cristiana si diceva che per protezione da malanni e malefici, la mattina di Pasqua si dovesse mangiare un uovo deposto il venerdì santo.

La tradizione dell’uovo di Pasqua è perdurata nel tempo fino ai giorni nostri e naturalmente, per noi che abbiamo fatto della decorazione una missione, è una bella occasione per cimentarci con fantasia.

Già lo scorso anno Bricoliamo propose la decorazione delle uova pasquali adottando la tecnica dello stencil, quest’anno proviamo due soluzioni diverse: nella prima decoreremo le uova con la tecnica del decoupage, nella seconda invece costruiremo un uovo con sorpresa utilizzando semplice spago.

Procediamo con ordine e partiamo dall’uovo decoupage mostrandovi, come sempre, il filmato che ho girato durante il lavoro. Alla fine del filmato troverete, oltre alla tecnica del decoupage applicata all’uovo, anche un metodo infallibile per svuotare l’uovo da tuorlo e albume, nel caso decideste questa soluzione e non quella dell’uovo sodo. L’uovo svuotato ci consente di completare il nostro uovo con un nastro decorativo. Per ora vi lascio al filmato, poi vi spiego tutto.

Riprendiamo da capo e cominciamo con l’elenco di quanto ci occorre:

  • Uova sode o crude svuotate
  • Carta assorbente o tovagliolo con disegni
  • Colla vinilica o colla di farina
  • Pennello
  • Acqua
  • Forbici

Come prima cosa decidiamo che tipo di uova utilizzare: sode o svuotate. Se decidiamo per quelle sode nessun problema, basta farle bollire 8 minuti (massimo 10 o si potrebbe incrinare il guscio) e lasciarle raffreddare mezz’oretta prima di decorarle.

Se invece volete svuotare l’uovo vi consiglio di procedere con un piccolo foro su una delle estremità, largo quel tanto che basta per aspirare tuorlo e albume con una siringa. In questo modo abbiamo la possibilità di fare un solo foro e non rovinare quindi l’estetica del nostro uovo. Una volta svuotato l’uovo, sempre con la siringa spruzzate all’interno una soluzione di acqua e aceto in parti uguali e sciacquate per bene l’uovo, in modo da ripulire completamente l’interno ed evitare così la possibile formazione di cattivi odori.

Bene, ci siamo. Una volta pronto tutto l’occorrente iniziamo ritagliando dal tovagliolo di carta i disegni che preferiamo, non occorre rifinire i bordi del disegno se state utilizzando, come nel mio caso, uova bianche e il tovagliolo di base è bianco.

Prendiamo ora il bicchierino e misceliamo della colla vinilica con un goccino d’acqua.

Ora applichiamo il ritaglio nella posizione che vogliamo, prendiamo la colla e con un pennellino stendiamo una buona dose di composto senza preoccuparci se sbaviamo o se si formano pieghettine. Per sistemare la posizione dei decori ed eventuali imperfezioni  usiamo il pennello bagnato di colla, non toccatelo con le mani asciutte altrimenti la carta sottile vi si incollerà alle dita, piuttosto sporcatevi un po’ di colla le dita prima di toccare la carta.

Sbizzarritevi utilizzando piccoli disegnini sequenziali per fare delle greche e rifinire le uova, mettendo al centro altri disegni più grandi o a formarne uno più complesso. Potete anche usare più colori, io avevo in casa solo quei tovaglioli decorati in blu e l’effetto monocromatico è molto fine ed elegante, ma nulla vi vieta di sbizzarrirvi anche con carta velina e simili.

Una volta asciutto non si noterà lo stacco tra il bianco dell’uovo e il bianco del fazzoletto, quindi se avete appianato tutte le varie pieghe non sarà d’obbligo rifinirle.

Se avete optato per le uova svuotate, avete la possibilità di aggiungere facilmente un nastrino, in modo da poterle appendere o legare dove preferite. Ecco come fare.

Prendiamo uno stuzzicandenti lungo, quelli che usiamo per cucinare gli spiedini, tagliamo circa 1,5 cm dall’estremità più larga (non quella a punta). Con le forbici,  prestando molta attenzione, spacchiamo in due metà il pezzetto di legno appena tagliato. Prendiamo il nastrino e la colla a caldo, mettiamo un’estremità del nastrino dentro le due metà del pezzetto di legno e con la colla a caldo sigilliamo il tutto come fosse un panino. Potete scegliere di incollare tra loro solo un’estremità del nastrino (come ho fatto io), oppure potete incollare entrambe le estremità  formando un nastro ad anello, tipo le palline di Natale per intenderci.

Una volta asciutta la colla a caldo (ci vogliono pochi secondi), tagliamo l’eccedenza del nastro ed infiliamo il bastoncino, perpendicolarmente,  dentro il foro che abbiamo praticato nell’uovo (ecco perché ci serviva un pochino più grosso del classico foro da spillo), ora tirando leggermente il nastrino, il bastoncino si allineerà orizzontalmente e si incastrerà ad ancora all’interno dell’uovo, lasciando fuoriuscire solo il nastrino.

Se avete paura che possa creparsi il bordo del foro, una volta inserito il nastrino, ripassate il bordo con della colla a caldo. Magari preparatevi un paio di piccoli fiocchetti da incollare alla base del foro se non volete che da vicino si noti la colla.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!