Riprare gli occhiali da Sole

Gli occhiali da vista e da sole oggi costano una fortuna. Per logica conseguenza anche gli interventi di riparazione non sono economici e perciò può essere molto utile e profittevole essere in grado di intervenire autonomamente sia per le operazioni di manutenzione e pulizia che per le riparazioni eventualmente necessarie. In questo articolo parliamo di occhiali con montature in plastica perché per quelle in metallo e ancora più per le moderne montature al titanio, in caso di rottura c’è ben poco da fare.

Le rotture della montatura si possono verificare per diverse cause: colpi accidentali, piccoli colpetti a basse temperature (che rendono più fragile il materiale plastico), forzatura eccessiva nel tentativo di reinserire una lente fuoriuscita e altro. I più comuni casi di rottura riguardano la bordura delle lenti o la zona del nasello, difficilmente lungo le stanghette che sono normalmente armate di filo metallico.

Gli adesivi cianoacrilati rapidi permettono veloci e solide riparazioni. Essi sono trasparentissimi e perciò esteticamente l’occhiale non ne soffre troppo. Se la rottura ha causato la fuoriuscita della lente, questa deve essere rimessa in sede prima dell’incollaggio. Controllate attentamente la pulizia della gola che incastra la lente affinché quest’ultima si inserisca senza sforzo nella sua sede. Anche se la presa di questi adesivi è talmente immediata da non richiedere che una piccola pressione dei pezzi con le dita per alcuni secondi, conviene comunque lasciare indurire perfettamente per un paio d’ore la colla prima di tornare ad indossare gli occhiali.

Un punto molto vulnerabile per qualsiasi tipo di montatura è costituito dalle cerniere che articolano i movimenti di apertura e chiusura delle stanghette. Le cerniere sono dei gioielli di micromecanica assemblati al resto della montatura normalmente in due modi: o tramite microinchiodatura, oppure per mezzo di zanchette annegate nella resina della montatura: il secondo sistema è quello più diffuso.

L’inconveniente più comune che capita alle cerniere è il graduale allentamento delle vitine che fungono da perno. Questo noioso fenomeno si verifica su tutti i tipi di montature, di qualsiasi materiale, ed è causato dal continuo aprire e chiudere delle stanghette quando si indossano e si ripongono gli occhiali. Gli occhiali possono durare anni senza manifestare tale inconveniente, ma quando cominciano si è costretti a serrare continuamente le vitine, che sistematicamente si riallentano. Per bloccare le viti in maniera definitiva l’unica soluzione è una goccia di sigillante bloccafiletti (lo potete trovare facilmente nei negozi di auto o moto accessori e di nautica).

Se l’apertura e chiusura delle stanghette diventa invece troppo dura significa che nelle cerniere c’è della sporcizia. In questo caso la terapia è costituita da una semplice pulizia per mezzo di uno spazzolino e con successiva applicazione di una goccia di lubrificante. Noi suggeriamo il WD-40 in particolare nella sua confezione stick.

Un altro classico inconveniente è costituito dalla lente che scappa dalla sua sede. Questo fenomeno è particolarmente frequente nelle montature metalliche, più raro in quelle in acetato o in materie plastiche. Sulle metalliche la vite che vincola le stanghette spesso chiude anche la cornice della lente e perciò, se questa si allenta, la cordatura si allarga lasciando fuoriuscire la lente. In questo caso basta bloccare la vite come già descritto. Con le montature metalliche capita anche che la differente dilatazione fra metallo e vetro sia la causa della fuoriuscita: per esempio, passando da un ambiente molto freddo, ad un locale riscaldato, la bordatura si dilata talmente da non trattenere più la lente. In questo caso bisogna inserire nella gola che incastra la lente un sottilissimo strato di silicone trasparente stendendolo con un dito e rimuovendo l’eccedenza, con molta calma e con l’aiuto di un cutter, dopo la perfetta essicazione dello stesso. La natura elastica del silicone, anche alle bassissime temperature, è in grado di compensare egregiamente le differenti dilatazioni non permettendo più alla lente di uscire dalla propria sede.

Nelle montature in materie plastiche la fuoriuscita della lente è solitamente causata da un taglio impreciso di quest’ultima rispetto alla forma dell’occhiale. Per risolvere basta scaldare molto bene, con un asciugacapelli, la cornice della montatura fino a farla diventare morbida. A questo punto si incastra la lente nella sua sede, se necessario si riscalda ancora con il phon e schiacciando con le dita si fa aderire bene l’incastro fino al completo raffreddamento e conseguente ripresa della naturale rigidità del materiale.

Infine è inevitabile che con l’uso quotidiano le montature degli occhiali si deformino. In tal caso l’unica avvertenza importante suggerisce di scaldare sempre la montatura con l’aria calda di un asciugacapelli prima di qualsiasi manipolazione.

Rotta di navigazione

 

Un commento:

  1. Angelini Francesco ha detto:

    Sono Angelini Francesco da Roma. Vorrei ripararmi la montatura degli occhiali di mia moglie poichè essendo in materiale ULTEM, nessuno la ripara. Pertanto se potessi disporre di due cerniere da applicare tramite chiodini o tramite Vs. consiglio, sono sicuro di saper ripristinare la montatura che, a suo tempo, è costata. In attesa di Vs. gentile riscontro, cordialità Angelini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!