Bricoliamo.com

Quando la porta striscia

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Può capitare di avere una porta che “stricia” sul pavimento: è un inconveniente noioso e se non si pone rimedio si rischia di rovinare il pavimento stesso. Prima di pensare ad un rimedio occorre individuare la causa. Di solito si tratta della rondella del cardine che si è consumata, oppure del cardine che si è mosso. Nel primo caso si deve addebitare il problema a una certa dose di incuria nella manutenzione, infatti i cardini delle porte andrebbero ingrassati ogni due anni. I puristi del bricolage suggeriscono per questa operazione il grasso per cuscinetti a sfera, che si trova in commercio nei negozi di ferramenta con il nome di “grasso rosso”, per i più pigri una buona spruzzata di WD 40 ogni anno è una soluzione veloce, per niente faticosa e efficace. Non usate mai altri tipi di grasso, diversi dal grasso rosso, o di olio (quello da cucina può risultare addirittura dannoso).

Il secondo caso, cioè quello del cardine che si muove nella sua sede nel legno, generalmente è causato dai bambini che si appendono alle maniglie delle porte per giocare e a lungo andare le rovinano. Se il danno è di piccole proporzioni il rimedio più semplice consiste nell’infilare un foglio di carta vetrata sotto la porta nel punto esatto in cui questa tocca per terra. Trattenendo la carta vetrata con i piedi si fa muovere avanti e indietro la porta fino a che la sporgenza non sia asportata e la porta ritorna a scorrere normalmente.

Se questo primo rimedio non fosse sufficiente occorre sostituire o aggiungere una rondella, che va infilata sul perno del cardine. Nell’acquistare la rondella specificate al vostro ferramenta o centro fai da te che intendete utilizzarla per il cardine di una porta. Questo tipo di rondelle è un po’ particolare e normalmente è in ottone.

Se infine il danno è serio e i cardini addirittura “ballano” nella loro sede, occorre fissarli di nuovo. Dovrete quindi togliere le viti, sigillare sia l’incastro che i fori delle viti con del mastice (possibilmente bicomponente), attendere che la sigillatura sia perfettamente asciutta e riavvitare il cardine nella sua sede. La porta tornerà come nuova.

Rotta di navigazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!