Le forme base degli origami

Una forma base può essere definita lo schema fondamentale da cui partire per la costruzione di un certo numero di figure: sarà quindi molto importante analizzare con attenzione tutte le forme base che vi proponiamo (vedi nella Rotta di Navigazione), in quanto proprio queste saranno i punti di partenza per tutte le figure che più avanti illustreremo. Prima di passare alla spiegazione ricordiamoci sempre che per fare un origami la parte colorata del foglio deve essere sempre rivolta verso il basso.

Ogni origami nasce da una forma base, perciò l’evoluzione della complessità di queste porta a figure sempre più difficili e, in conseguenza, di maggiore soddisfazione ed effetto estetico. Bisogna tuttavia tener sempre presente la regola fondamentale che solo dopo aver ben imparato il facile si può passare al difficile: la gradualità di esecuzione e di apprendimento delle varie forme base è, infatti, fondamentale per una crescita costante della propria manualità e per un affinamento e ampliamento delle tecniche di esecuzione di origami. Del resto, anche nel mondo dell’origami nulla viene accantonato dopo essere stato assimilato, tutto viene trasformato in esperienza; così, persino le forme basi più semplici, costituite da poche elementari pieghe, avranno sempre un alto grado di utilità, anche quando si sarà raggiunto un elevato livello tecnico e creativo. Non a caso ogni origami prende vita da un semplice foglio di carta…

Quelle che descriveremo (vedi nella Rotta di Navigazione) sono le forme base fondamentali, ma certamente non tutte: il loro numero è smisurato, sono tante quante è possibile ottenerne sfruttando le migliaia di combinazioni offerte da tutte le pieghe e contropieghe possibili su di un foglio.

Nella nostra descrizione inizieremo dalle forme base più semplici, realizzate con un foglio di carta, fino ad arrivare alle più complesse, costituite, di fatto, da due forme base diverse unite fra loro. Per facilità di consultazione, ogni forma base sarà contrassegnata da una lettera dell’alfabeto.

Quando passerete alle speigazioni per la costruzione degli origami veri e propri, sarà necessario tornare alla forma base che verrà indicata per trovare i punti di partenza di ogni figura (ricordiamo ancora che da una forma base nascono più origami).

RROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!