LE GRANDI INSEGNE: LEROY MERLIN E BRICOCENTER INSIEME IN SIB

SIB (Società Italiana Bricolage S.p.A.) è la controllata italiana di Leroy Merlin Internazionale, società nata nel 1923 in Francia e oggi ben posizionata tra i primi cinque operatori mondiali della distribuzione nel settore bricolage. Una realtà che si concretizza in un fatturato totale vicino ai 6 miliardi di euro, sviluppato da circa 300 punti vendita aperti dal 1989, anno in cui è iniziato lo sviluppo internazionale di Leroy Merlin, in Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Polonia, Grecia, Brasile, Russia e Cina.

In Italia Leroy Merlin International approda nel 1992 e nel 1998 da vita alla Società Italiana Bricolage (SIB) che comprende le insegne Leroy Merlin e BricoCenter. Con un giro d’affari di oltre 600 milioni di euro e circa 17 milioni di clienti serviti ogni anno, SIB si pone oggi tra le realtà distributive più significative in Italia.

Attualmente (febbraio 2006), gli addetti di SIB sono circa 2.800. Ma sono destinati a superare le 5.200 unità nei prossimi cinque anni. I programmi di sviluppo del Gruppo, in effetti, sono molto ambiziosi e mirano a potenziare in modo significativo sia il numero dei punti vendita che il fatturato nel giro di pochi anni.

Per il 2006, in particolare, Bricocenter prevede un consolidamento della propria rete con l’apertura di una decina di nuovi punti vendita, tra diretti e affiliati. Leroy Merlin, dal canto suo, potenzierà la presenza in Italia con la realizzazione di due nuove grandi superfici, una nel nord e una nel sud del paese.

BRICOCENTER
Gli specialisti del bricolage “leggero”a portata di mano

Offrire una soluzione facile per i problemi casalinghi di bricolage e stimolare la creatività e la progettualità di una clientela caratterizzata da una componente femminile (circa il 40%) in crescita: si può considerare questa la mission e allo stesso tempo il concetto base dei format di vendita di BricoCenter.

Lo sviluppo dell’insegna si basa oggi su due pilastri: la rete dei punti vendita extraurbani di grande dimensione, in gestione diretta, e quella dei punti gestiti in franchising, prevalentemente nelle piccole e medie città di provincia. Ai due format originari ne è stato da poco affiancato un terzo, destinato a soddisfare i bisogni degli abitanti delle aree urbane interne alle metropoli.

Il format principale utilizzato da Bricocenter si sviluppa su superfici comprese tra 2.500 e 4.000 mq, ubicate all’interno delle gallerie di grandi centri commerciali, in parchi commerciali o in aree di grande passaggio. Il bacino di attrazione ottimale supera i 50.000 abitanti. Sono da considerare come punti vendita di prossimità e hanno forte attrazione entro i 20 minuti di spostamento per raggiungerli.

L’offerta assortimentale si articola in circa 40.000 referenze, delle quali 3.800 a marchio privato, suddivise per “mondi” – ferramenta, arredobagno, idraulica, illuminazione, elettricità, legno, sistemazione della casa, giardinaggio e serra, decorazione – con una profondità di gamma che varia secondo il contesto di mercato in cui è inserito il singolo punto vendita.

All’offerta di prodotto, caratterizzata da un elevato livello di qualità, Bricocenter integra un pacchetto di servizi completo: si va dal taglio personalizzato del legno al centro colore dotato di tintometro, dal noleggio degli attrezzi per lavori impegnativi al classico “soddisfatti o rimborsati”, dal credito al consumo alla consegna a domicilio.

La rete diretta di BricoCenter comprende attualmente  (febbraio 2006) 47 punti vendita, per una superficie complessiva di vendita di oltre 130mila metri quadrati, ubicati prevalentemente nelle aree del nord-ovest e nord-est, con un buon presidio del centro Italia e del sud.

Il format Bricocenter Città è stato concepito per soddisfare le esigenze di una clientela che abita in centri urbani di dimensione metropolitana, con difficoltà a raggiungere le strutture commerciali ubicate in periferia.

L’obiettivo di questo format è di offrire, secondo una logica di prossimità, “una facile soluzione ai problemi quotidiani di una clientela di vicinanza che ha piccoli progetti di bricolage che apprezza la comodità e la gamma di prodotti”. Il format cittadino, che si sviluppa su superfici di vendita comprese tra 800 e 1.500 metri quadrati, è stato concepito per la gestione diretta o in franchising e può andare a integrare sinergicamente l’offerta di altri punti vendita specialisti, tanto dell’alimentare come del non-food. L’offerta assortimentale è basata sui prodotti per il bricolage “leggero“, con una particolare attenzione al mondo del decoro della casa.

Il terzo format di Bricocenter, destinato alla gestione in franchinsing, è stato progettato con l’obiettivo di offrire un servizio di prossimità ai residenti dei centri cittadini di media  dimensione (al di sotto dei 50.000 abitanti). Anche i punti vendita in franchising presentano superfici comprese tra 800 e 1.500 mq, ma operano con un’offerta assortimentale di 14.000 referenze. Vi sono compresi tutti i “mestieri” con gamme coniugate secondo le caratteristiche dei mercati locali. L’attuale rete di vendita gestita in franchising comprende 22 negozi operanti su una superficie complessiva di 25.400 metri quadrati (superficie media 1.100 metri quadrati), ubicati prevalentemente nelle aree del centro e sud Italia.

LEROY MERLIN
I vantaggi di un’esperienza distributiva con quasi 100 anni di storia

Leroy Merlin ha portato in Italia oltre ad un radicato e consolidato know how distributivo, il proprio progetto d’impresa che pone il cliente al centro dell’attenzione. Centralità del cliente per Leroy Merlin significa che professionalità, performance e lavoro di squadra devono letteralmente ruotare intorno alle sue esigenze e alla loro soddisfazione.

Le risorse umane rappresentano un focus ulteriore della strategia di Leroy Merlin che punta all’armonizzazione delle relazioni interne, a partire da principi quali l’assunzione di responsabilità, l’apporto di contributi personali e la condivisione dei risultati ottenuti. Lo “stileLeroy Merlin si basa su una base di valori comuni che ne caratterizzano il modo di fare impresa:

  • Senso della condivisione
  • Passione per gli uomini
  • Culto del cliente
  • Passione per il progresso
  • Forza della coerenza
  • Volontà di trasparenza
  • Dovere dell’esemplarità

Questa volontà di coinvolgere nella vita e nei successi aziendali tutti i dipendenti, considerati la vera forza verso la costruzione della fedeltà del cliente all’insegna, ha portato Leroy Merlin, nel 2005, ad aprire il capitale dell’azienda all’insieme dei collaboratori italiani. La risposta è stata al di sopra delle previsioni: il 98% dei collaboratori italiani ha aderito all’iniziativa e ha comprato azioni del Gruppo Leroy Merlin. Una testimonianza della forte volontà di condividere i risultati dell’azienda per cui si lavora ogni giorno. Un segno di fiducia in un Gruppo finanziariamente sano e in continua crescita, che comunica con trasparenza al suo interno i propri obiettivi e le proprie performance economiche.

Leroy Merlin ha fatto il suo ingresso in Italia nel 1996 con l’inaugurazione del punto vendita di Solbiate Arno (Va). Nel 1998 Leroy Merlin è entrata in SIB (Società Italiana Bricolage), con una quota di controllo passata dal 50% di allora all’attuale 100%. L’insegna gestisce oggi (febbraio 2006) una rete di 16 punti vendita caratterizzati da un’offerta assortimentale costituita da oltre 45.000 referenze. Le città con almeno un punto vendita Leroy Merlin sono: Agrate, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Firenze, Mestre, Milano, Napoli, Roma, Torino, Varese.

Specializzata nella gestione di grandi superfici di vendita, Leroy Merlin è oggi in Italia l’insegna con la più alta superficie media per negozio, potendo vantare, inoltre, i punti vendita più grandi su tutto il territorio nazionale. In generale i punti vendita Leroy Merlin, multispecializzati, vanno da una superficie minima di 5.000 metri quadrati fino a 14.000 metri quadrati e hanno un’attrazione significativa fino a 40 minuti di spostamento per raggiungere il punto vendita stesso.

LE TAPPE FONDAMENTALI DI SIB

  • 1983: Apre il 1° Bricocenter a Venaria su 4.000 m2
  • 1992: Bricocenter apre i primi negozi in Franchising
  • 1996: Apre il 1° Leroy Merlin a Solbiate su 8.000 m2
  • 1998: Nasce SIB – Società Italiana Bricolage grazie a una joint-venture al 50% tra il Gruppo Rinascente ed il Gruppo Leroy Merlin
  • 1998: Bricocenter e Leroy Merlin condividono una sede comune e sviluppano le prime sinergie
  • 2000: Leroy Merlin lancia il proprio Premio di Progresso. Bricocenter lo farà nel 2003
  • 2003: SIB festeggia i 20 anni di Bricocenter; 1° Meeting con i Partner Fornitori a Tolcinasco (Mi)
  • 2005: SIB è al 100% del Gruppo Leroy Merlin dopo il passaggio della quota della Rinascente ad Auchan nel 2004
  • 2005: SIB lancia Zenith, l’azionariato per tutti i collaboratori di Leroy Merlin e Bricocenter. L’adesione è del 98%
  • 2006: SIB festeggia i 10 anni di Leroy Merlin in Italia

Febbraio 2006

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

AMEDEO VINCIGUERRA E LA FILOSOFIA DEL GRUPPO SIB TRA PARTNERSHIP E SVILUPPO SOSTENIBILE

“INSIEME PER RIUSCIRE” IL GRUPPO SIB SI CONFRONTA CON LE IMPRESE DEL SETTORE

LEROY MERLIN INTERNATIONAL

LEROY MERLIN ITALIA

BRICOCENTER

NEL 2005 VOLA IL FRANCHISING DI BRICOCENTER

GLI ALTRI ARTICOLI DELLA SERIE “LE GRANDI INSEGNE”

LE GRANDI INSEGNE: LEROY MERLIN E I SUOI CINQUE MONDI PER LA CASA

CONSORZIO PUNTO BRICO, UNA RISPOSTA TUTTA ITALIANA

BRICO IO, UN MARCHIO MARKETING TREND

SELF, DA OLTRE 20 ANNI AL FIANCO DELLA FAMIGLIA ITALIANA

CASTORAMA, UN GIGANTE A MISURA D’UOMO

CON PUNTO LEGNO VINCE L’INDIPENDENZA

OBI TRA SUCCESSI COMMERCIALI, SOLIDARIETA’ E TUTELA DELL’AMBIENTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!