Come stuccare le crepe

Per questo genere di intervento il prodotto più comunemente usato è il gesso, sia esso già pronto all’uso oppure da miscelare con acqua, mentre l’utensile necessario per la sua lavorazione ed applicazione è la spatola. L’alternativa al gesso può essere rappresentata dallo stucco, che però viene normalmente utilizzato se la crepa da trattare risulta particolarmente profonda o ampia.

Prima di passare alla stuccatura vera e propria è sempre indispensabile una buona preparazione della zona di muro interessata. In primo luogo, con l’aiuto di un raschietto, bisogna raschiare la superficie interna alla crepa liberandola da tutti i frammenti di muro asportabili: si deve procedere partendo dal centro della crepa raschiando via via verso l’esterno, fino a che la crescente difficoltà di staccare i frammenti ci certificherà la salute e la stabilità della porzione di muro interessata. Quando la crepa sarà perfettamente raschiata e ripulita da tutti i residui e dalla polvere si può procedere alla stuccatura che, nel caso si usi il gesso, deve essere preceduta da una buona bagnatura, con una semplice spugna imbevuta d’acqua, della crepa stessa.

Con l’aiuto di due spatole, una per supportare il gesso o lo stucco e l’altra per applicarlo, si deve cercare di riempire completamente la crepa arrivando a pareggiarne perfettamente lo spessore con l’intonaco. Quando la parte sarà ben asciutta è sempre bene passare della carta vetrata fine in modo da perfezionare il lavoro, rendendo così la crepa invisibile dopo l’ultimo ritocco di verniciatura.

Rotta di navigazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!