Bricoliamo.com

Le colle a base naturale

Questo articolo è utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

L’utilizzo di colle e adesivi è da tempi remoti pratica necessaria per ottenere tipologie di fissaggio uniforme su diversi materiali. Con l’avanzare del tempo e delle scoperte chimiche e scientifiche, i collanti hanno raggiunto prestazioni sempre più specifiche ed elevate.

I collanti si dividono in due macrocategorie: le colle, derivate da prodotti di origine animale o vegetale; e gli adesivi, ottenuti da procedure sintetiche. In questo articolo parliamo nello specifico delle colle di origine animale o vegetale.

Colla alla caseina

Costituita principalmente da idrossido di calcio, sale sodico e caseina.

Uso: particolarmente adatta per l’incollaggio del legno ed in particolare dei laminati; ha una buona adesione anche su carta e su tutti i prodotti cartotecnici in generale, sul sughero e su tessuti naturali (lana, cotone, ecc.). Viene usata spesso come adesivo per incollare etichette alle bottiglie perché aderisce facilmente al vetro e si scioglie facilmente al lavaggio.

Precauzioni: è consigliabile che i materiali incollati con questo tipo di colla vengano sistemati in luoghi interni e non esterni agli edifici in quanto soffre l’umidità ed è soggetta all’attacco di batteri e muffe.

Colla animale

Viene creata da sottoprodotti delle industrie alimentari come pelle e ossa a cui vengono aggiunti, in fase finale di lavorazione, delle sostanze antibatteriche, agenti antischiuma e plastificanti.  E’ solubile solo all’acqua, quindi una volta essiccata completamente costituisce una vera e propria barriera alle cere, ai grassi e agli oli.

Uso: La colla deve prima essere sciolta in acqua e quindi scaldata ottenendo la consistenza gelatinosa che usata in tempi brevi ha un alta capacità adesiva. E’ una colla molto versatile, resistente e facile da usare. Le applicazioni della colla animale sono principalmente carta e cartone, dei tessuti naturali, del sughero e del legno. Trova largo impiego come adesivo per parti in legno rigido e quindi nella realizzazione di mobili, sedie, strumenti musicali e giocattoli.

Curiosità: dato il suo impiego secolare nella costruzione dei mobili è anche chiamata “colla da falegname”.

Colla di pesce

La sostanza base è la pelle di pesce, principalmente di merluzzo, ora sul mercato se ne trovano per lo più realizzate con cotenna di maiale e  ossa e la cartilagine bovina. Caratteristica importante è la resistenza alle alte temperature.

Uso: per lo più impiegato nel settore alimentare come addensante, ma viene usato anche in altri ambiti: come fissante forte per capelli come lunghe creste, o per incollare carta, prodotti cartotecnici, sughero, cuoio e legno.

Precauzioni: se usata sui capelli, a lungo andare può danneggiarli. Se in fogli va prima ammorbidita in acqua fredda per non più di 10 min e poi a caldo sul fuoco.

Colla vegetale

Colle a base di amido e suoi derivati, come la destrina (ricavata scaldando l’amido ad almeno 160° C), estratti per lo più da semi, tuberi del frumento, granturco, della palma, della patata e tapioca. La colla a base d’amido si trova sia in polvere che in dispersione acquosa e  presenta un’elevata viscosità quindi adatta anche a macchinari ad alta velocità di applicazione. La colla a base di destrina è invece a più bassa viscosità essendo più solubile in acqua.

Uso:  alto potere adesivo su cellulosa, quindi carta, cartone e particolarmente usata per la carta da parati. La colla a base di destrina viene spesso usata in mancanza dell’arabica per i boli di bigattini (larve biancastre comunemente usate come esche per la pesca). Viene utilizzata anche per incollare le etichette su barattoli e bottiglie di vetro.

Consigli: queste due colle sono facilmente replicabili in casa ma hanno una scadenza più rapida (4/5 giorni conservate in frigorifero) rispetto a quelle addizionate con prodotti anti batteri, muffe e per resistere maggiormente all’umidità.

Colle a base di cellulosa e suoi derivati

Possono essere utilizzate sia in soluzione con determinati solventi, sia per termofusione.

Uso: Ha una capacità adesiva medio-bassa, quindi indicata per  l’incollaggio di materiali porosi come carta, cartone e tessuti. Viene utilizzata come legante per tempere.

Colle a base di cellulosa: resistenza agli agenti

Colle a base di cellulosa: resistenza agli agenti

Colle a base di cellulosa: capacità adesiva sui diversi materiali

tabella-2-colle-cellulosa

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!