Come rivestire una parete a gesso

Questo articolo è stimolato dalla richiesta di un lettore alle prese con le pareti di una vecchia cantina con muri ancora in pietre nude, com’erano tanto tempo fa. In situazioni del genere, soprattutto se la cantina ha un basso livello di umidità, la soluzione migliore prevede l’impiego del gesso. Questo perché è un materiale facile da applicare, economico, ha una buona plasticità, che gli permette di adattarsi alla irregolare conformazione del fondo, ha un buon potere isolante e ha la proprietà di assorbire molto l’umidità riducendo quindi il fenomeno della condensa. E’ proprio per questa sua proprietà di trattenere l’acqua che è sconsigliato per locali troppo umidi.

Per il rivestimento di muri la proporzione di gesso ed acqua deve essere di uno a uno. Si deve tenere presente che la presa del gesso avviene con molta rapidità e quindi è necessario impastarne poco alla volta. Per l’impasto c’è una regola da osservare scrupolosamente: prima si versa l’acqua e poi il gesso a pioggia fine. Si lascia riposare qualche secondo e poi si mescola con la cazzuola. Attenzione: mescolare non vuol dire agitare l’impasto come fosse maionese. E’ sufficiente agitare i l composto con la cazzuola poche volte, passando però accuratamente con il taglio della cazzuola sul fondo e sui bordi per evitare ammassi di polvere mal mescolata e a grumi.

Quando acqua e gesso sono ben amalgamati si lascia riposare il composto per qualche secondo. Nessuna preoccupazione se un velo d’acqua sale in superficie. Prima di passare ad applicare il gesso si deve cospargere il muro con abbondante acqua. Finalmente, con la cazzuola, possiamo stendere il gesso riempiendo con cura tutte le fessure esistenti tra le pietre.

Se durante il lavoro il gesso che avete preparato dovesse indurirsi non tentate di allungarlo con altra acqua, non servirebbe a niente. Pulite invece con cura il secchio o il contenitore che state utilizzando e fate un impasto nuovo. Una volta terminato il lavoro per ottenere una superficie ben liscia basta prendere un tampone di stoffa bagnata e sfregarlo sulla parete fino ad ottenere il livello di finitura desidderato.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!