Come posare il linoleum

Il linoleum è un materiale naturale, facile da posare e disponibile sul mercato in svariati modelli e colori, tanto da poter essere considerato, oltre che come una pavimentazione, una componente importante per lo stile e l’estetica del locale in cui lo si intende usare. Il linoleum potete trovarlo in vendita in fogli o in piastrelle, in questo caso affrontiamo la posa del foglio di linoleum perché quella della piastrella è tecnicamente identica ma ancora più semplice.

Quando si vuole rivestire un pavimento con un foglio di linoleum, la prima cosa da fare e di stenderlo su tutta la superficie facendolo aderire perfettamente: per fare questa operazione aiutatevi con uno spazzolone che passerete su tutta la superficie di linoleum eliminando bolle d’aria e eventuali avvallamenti. A questo punto con un taglierino dovete rimuovere la parte eccedente di linoleum su tutto il perimetro avendo l’accortezza di lasciare un bordo di circa 5 centimetri, che vi consentirà di lavorare agevolmente nelle seguenti fasi.

Questo è il momento di affrontare l’unica difficoltà: gli angoli. Per quanto riguarda gli angoli esterni, piegate il linoleum in eccesso verso il pavimento, mettete un pezzetto di compensato fine a protezione e fate un taglio verticale con il cutter all’altezza dell’angolo. Per gli angoli interni invece piegate il linoleum in eccesso verso l’esterno facendogli fare una V e fate un taglio al centro della stessa con il cutter. A questo punto, sia per un caso che per l’altro, fate aderire le parti eccedenti e rifinite grossolanamente il lavoro in modo da essere più comodi durante la posa vera e propria.

Preparato così il foglio di linoleum può essere rimosso per procedere alla fase dell’applicazione dell’adesivo sul pavimento. Potete scegliere tra due soluzioni: se ritenete che la pavimentazione in linoleum sarà una soluzione permanente si consiglia l’uso dell’apposita colla, che troverete facilmente in commercio, stendendola su tutta la superficie con una spatola dentata (fondamentale per evitare fastidiosi corrugamenti). Seguite rigorosamente le istruzioni riportate sulla confezione della colla che avrete acquistato.

Al termine del lavoro si può procedere alla finitura di quei 5 centimetri che abbiamo lasciato in eccesso. Usate una riga di metallo spingendola con forza verso il bordo del muro e  rimuovete il linoleum in eccesso con un taglierino, avendo l’accortezza di tenerlo sempre inclinato di 45° durante il taglio. Infine coprite il bordo di linoleum in corrispondenza della porta d’ingresso della stanza con una classica soglia, che potrete incollare oppure fissare con tre tasselli.

Naturalmente, come accade per quasi tutti i rivestimenti, il linoleum deve essere posato su un pavimento liscio e pulito. Quindi nel caso di pavimenti in cemento rimuovete la polvere e mettete a posto eventuali buchi o crepe. Se il vecchio pavimento è piastrellato, sarà necessario rimuovere le piastrelle “ballerine” riempiendo il buco con un po’ di calcestruzzo, per poi pulire e detergere l’intera superficie. Se siamo in presenza invece di un vecchio pavimento laminato occorrerà assicurarsi che sia incollato saldamente, in caso contrario è consigliabile rimuoverlo.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!