I prodotti antimacchia

Le macchie sui tessuti sono una delle eventualità più frequenti soprattutto quando si hanno in casa bambini, animali o mariti sbadati. E’ importante quando si macchia un tessuto intervenire il più velocemente possibile. Il primo tipo di intervento è con la classica bomboletta spray antimacchia che, contenendo una miscela di solventi, tendenzialmente risolve il problema. Ma non sempre, infatti questi smacchiatori, indubbiamente comodi, sono prodotti per attaccare genericamente lo sporco indipendentemente dalla natura dello stesso. Ciò significa che per taluni tipi di macchie la loro efficacia è limitata. In questi casi occorre intervenire con prodotti specifici. Niente di difficile: sono tutti prodotti di uso comune che da decenni vengono utilizzati per risolvere il problema delle macchie più difficili.

ACETO DI VINO: il normale aceto da cucina è particolarmente indicato per sciacquare la lana e la seta dopo il lavaggio perché riesce ad eliminare completamente i residui di detersivo dando così la massima brillantezza ai tessuti. Meglio evitarne l’uso sui tessuti sintetici perché potrebbe opacizzarne i colori. Deve sempre essere diluito: un cucchiaio di aceto in un litro d’acqua.

ACETONE: è l’ideale per rimuovere le macchie di smalto e di vernice. L’unica avvertenza riguarda le fibre artificiali e sintetiche perché l’acetone potrebbe danneggiarle.

ACQUA OSSIGENATA: più che uno smacchiatore è un decolorante, quindi può essere usata con soddisfazione sui tessuti bianchi, mentre invece occorre grande cautela sui colorati e i sintetici. Deve essere sempre diluita in acqua con una percentuale del 15-20%.

ALCOOL: è un eccellente solvente di origine naturale, particolarmente adatto sulle macchie di inchiostro e di olio. Va usato con cautela sulle fibre artificiali e sempre diluito con acqua.

AMMONIACA: va sempre diluita al 15-20% è non deve essere mai usata sulla lana e sulla seta.

BENZINA: è l’ideale per le macchie di olio, grasso, cera e resine. Subito dopo aver smacchiato va subito sciacquata altrimenti potrebbe lasciare un alone sul tessuto. Non è indicata per i tessuti delicati.

TRIELINA: è tradizionalmente lo smacchiatore per eccellenza. E’ molto efficace su grasso, olio, vernici e, essendo molto volatile, non lascia nessun alone sui tessuti. L’unica avvertenza riguarda la sua alta infiammabilità, quindi usatela sempre lontano da qualsiasi genere di fiamma.

LATTE: grazie alla sua composizione e alla sua bassissima acidità è ideale per smacchiare la pelle e i tessuti delicati.

SUCCO DI LIMONE: essendo un acido naturale e molto poco aggressivo è consigliato per smacchiare la seta e i tessuti delicati.

BORACE: è un sale di boro molto efficace per togliere le macchie dal cotone e dal lino.

ETERE: elimina efficacemente le macchie di grasso, olio e unto. Non lascia alone, ma non deve essere mai usato sulla seta o su tessuti misti che abbiano la seta tra i loro componenti perché, letteralmente, la scioglie. Attenzione perché è altamente infiammabile.

GLICERINA: è molto utile in aggiunta ai normali detersivi durante il lavaggio della lana, che risulterà così più morbida. E’ efficace su alcune macchie particolari, come per esempio quelle di caffè.

Buon bricolage.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!