Bricoliamo.com

Come eliminare le macchie dai tessuti

stanlio e ollio
Come smacchiare i tessuti.

Prima di intervenire su una macchia è sempre bene seguire alcune avvertenze comuni e molto importanti. Qualsiasi tipo di macchia va tolta il prima possibile in modo da evitare che penetri completamente nel tessuto legandosi alle fibre dello stesso. Nel caso si debba trattare una macchia ormai penetrata completamente nel tessuto è sempre bene mettere sotto la parte da trattare una carta assorbente su cui andranno a posarsi i residui rimossi durante la smacchiatura.

Soprattutto quando la macchia è estesa bisogna sempre strofinare dall’esterno verso il centro della macchia, mai viceversa. Per i tessuti delicati, colorati o a fibra pelosa è invece opportuno tamponare e non strofinare. I migliori risultati si hanno trattando il tessuto con un panno dello stesso materiale: lana con lana, cotone con cotone, seta con seta, ecc.

Per evitare il pericolo di aloni è sempre bene usare poco solvente, sfregando con il panno finché il tessuto trattato non sia perfettamente asciutto.

  • Acidi:Neutralizzare con una soluzione di ammoniaca diluita (un cucchiaio in una tazza d’acqua), finire con uno straccio imbevuto di sola acqua.
  • Acqua zuccherata: Strofinare un panno imbevuto di acqua tiepida. Nei casi più tenaci usare dell’etere (purchè non si tratti di seta).
  • Alcolici: Tamponare subito con un panno asciutto e intervenire con un detersivo per tessuti delicati a freddo.
  • Birra: Nel caso del cotone sarà sufficiente acqua e detersivo. Per la lana invece, tamponare il rovescio con un panno inumidito con alcool e spazzolare con una spazzola umida.
  • Burro: Rimuovere quello che è possibile con un cucchiaino, cospargere la macchia di talco e spazzolare. Se la macchia persiste usare un panno inumidito con benzina o trielina.
  • Caffè: Tamponare con acqua gassata. In assenza di risultati usare un detersivo delicato in acqua fredda e trattare poi i residui grassi con la glicerina.
  • Cera di candela: Lasciarla indurire, raschiarla con il dosrso di un coltello e trattare la macchia con della benzina nel caso della lana, oppure con dell’acqua ragia o trementina nel caso del cotone.
  • Cioccolato: Sfregare la macchia con uno straccio imbevuto di acqua tiepida e borace.
  • Erba: Lasciare asciugare la macchia e poi intervenire con acqua e aceto.
  • Frutta: Usare acqua fredda. Se non fosse sufficiente procedere usando dell’aceto o dell’ammoniaca, diluiti in acqua.
  • Fuliggine: Aspirare con molta cautela e poi trattare con un detersivo delicato.
  • Gelato o budino: Cospargere di talco i bordi della macchia e smacchiare con del solvente.
  • Gomma da masticare: Togliere l’eccesso, passare la zona con del solvente e lavare con detersivo liquido. Ripassare poi con dell’ammoniaca e aceto bianco e asciugare premendo sulla zona trattata con uno straccio pulito.
  • Grasso: Rimuovere l’eccesso con un cucchiaio, cospargere la macchia di talco e procedere con una buona spazzolata. Se non fosse sufficiente usare della trielina.
  • Inchiostro: Tamponare con uno straccio imbevuto di succo di limone dopo aver posto il tessuto su una carta assorbente.
  • Inchiostro di penna a sfera: Strofinare delicatamente con un panno imbevuto di alcool puro.
  • Latte: Ammorbidire la macchia con della glicerina, tamponare con acqua tiepida e asciugare con della carta assorbente.
  • Marmellata: Asportare l’eccesso con un cucchiaio e tamponare la macchia con un panno imbevuto di acqua tiepida.
  • Mastice: Grattare l’eccesso e procedere con uno straccio inumidito con dell’alcool.
  • Olio: Lo stesso trattamento usato per il grasso.
  • Panna: Rimuovere l’eccesso, assorbire tamponando con della carta assorbente e lavare con sapone neutro e acqua tiepida. Nei casi più difficili smacchiare con della trielina.
  • Rossetto: Rimuovere l’eccesso e tamponare con un panno imbevuto di trielina. Ripassare con acqua e detergente neutro, infine cospargere di talco e spazzolare finchè la zona non sia asciutta.
  • Salse: Trattare prima con detersivo delicato e acqua tiepida. Lasciare asciugare e, se necessario, intervenire con del solvente.
  • Salse grasse: Adottare la stessa procedura indicata per il rossetto.
  • Sangue e uovo: Inumidire con acqua fredda (mai calda!) e tamponare con una carta assorbente. Per le macchie di sangue molto resistenti procedere con acqua ossigenata a 12 volumi.
  • Smalto per unghie: Assorbire premendo leggermente con della carta assorbente e tamponare con uno straccio bianco e pulito imbevuto di alcool 90° o acetone.
  • Succo di frutta: Tamponare con uno straccio imbevuto con acqua miscelata con un 25% di alcool. Trattare la macchia solo per pochi istanti e asciugare subito con un panno pulito.
  • The: Usare detersivo delicato e acqua tiepida.
  • Urina: Tamponare con un panno imbevuto di acqua tiepida, lasciare asciugare e ripassare con acqua e detersivo liquido.
  • Vernici a solvente: Assorbire premendo leggermente con un tampone imbevuto di alcool o di acqua ragia. Non strofinare mai la macchia. Per le vernici all’acqua è sufficiente un panno e acqua tiepida.
  • Vino: Inumidire la zona con aceto bianco diluito e trattarla con acqua calda e un panno pulito.

ROTTA DI NAVIGAZIONE:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Questo articolo ti è stato utile o potrebbe essere utile ai tuoi amici? Condividilo!

Torna all'elenco degli articoli

ricerca-articoli Ricerca articoli

Bricoliamo ha un archivio di oltre 2000 articoli tra guide, tutorial, prove e consigli su giardinaggio e fai-da-te.
Utilizza la ricerca per trovare ciò che ti serve!